Reddito inclusione attiva - Negato se ho acquistato autovettura?

Siamo una famiglia con gravi problemi economici: due figli minorenni, mio marito ha perso il posto da poco ed io lavoro presso una ditta di pulizie, ma sono precaria. A dicembre avrei dovuto effettuare la richiesta per poter ricevere, dall'anno prossimo, il rei o reddito di inclusione attiva. Ma sto leggendo sui vari siti che il beneficio è negato a chi abbia acquistato un'automobile da poco. Noi, non avendo mezzo di trasporto, abbiamo comprato una piccola macchinetta con dei soldi prestati da mio suocero tre mesi fa. E' possibile tutto questo? Premetto la nostra dichiarazione isee è pari a 3000 euro annuali.

Il REI, o reddito di inclusione attiva, è una prestazione rivolta alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti minorenni, figli disabili o donne in stato di gravidanza accertata.

Il beneficio economico viene concesso, per un periodo massimo di 12 mesi, con cadenza bimestrale, in relazione alla composizione del nucleo familiare beneficiario,

Ai nuclei familiari composti da un solo genitore con figli minorenni, come definito ai fini ISEE e risultante nella DSU, è attribuito ogni mese un ulteriore importo di 80 euro.

I beneficiari vengono determinati sulla base delle risorse stanziate a livello regionale, ripartite in proporzione alla quota di popolazione che si trovi in una condizione di maggior bisogno, residente nella regione stessa.

Il richiedente, un componente del nucleo familiare, al momento della domanda e per l'intera durata dell'erogazione del beneficio, deve essere in possesso di determinati requisiti, il cui accertamento spetterà al comune interessato.

Nello specifico è necessario essere cittadino italiano o comunitario ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario, non avente la cittadinanza di uno stato membro che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo ed essere residente in Italia da almeno due anni, al momento della presentazione della domanda.

Sempre a carico del comune è la verifica che nessun componente il nucleo risulti in possesso di autoveicoli immatricolati, la prima volta nei 12 mesi antecedenti la richiesta o di autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc (250 cc in caso di motoveicoli) immatricolati la prima volta nei tre anni precedenti la richiesta ; sono fatti salvi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista un'agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente.

I nuclei familiari beneficiari, al momento della domanda e per l'intera durata della prestazione, devono essere in possesso di ulteriori requisiti, il cui accertamento spetterà all'INPS.

In particolare per la composizione del nucleo familiare (come definito ai fini ISEE e risultante nella Dichiarazione Sostitutiva Unica) deve sussistere almeno uno dei seguenti requisiti:

  • presenza di un componente di età inferiore ai 18 anni;
  • presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore;
  • presenza di una donna in stato di gravidanza accertata.

Per quanto riguarda la condizione economica, il nucleo familiare deve essere in possesso di una Dichiarazione Sostitutiva Unica ( DSU) ai fini ISEE in corso di validità, da cui derivi un valore ISEE inferiore o uguale a 3.000 euro.

Inoltre, i componenti del nucleo familiare non devono godere di ulteriori trattamenti economici, anche fiscalmente esenti, di natura previdenziale, indennitaria o assistenziale a qualunque titolo concessi dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni che siano superiori a 600 euro mensili, elevati a 900 euro in caso di presenza nel nucleo di persona non autosufficiente, come definita ai fini ISEE e risultante nella DSU.

Inoltre nessun componente del nucleo deve risultare titolare di:

  • prestazioni di assicurazione sociale per l'impiego ( NASpI);
  • assegno di disoccupazione (ASDI);
  • altro ammortizzatore sociale di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
  • carta acquisti sperimentale.

I requisiti di accesso saranno verificati sulla base dell'ISEE in corso di validità.

Purtroppo, dunque, in base alle disposizioni legislative pare che non potrà accedere al beneficio in quanto ha acquistato un'auto nei 12 mesi precedenti alla richiesta.

13 ottobre 2017 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

sostegno al reddito inclusione attiva e reddito di inclusione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Lotta alla povertà: arrivano i contributi dal governo » Via libera al reddito d'inclusione che modifica il sostegno per l'Inclusione Attiva (SIA)
In tema di contributi e lotta alla povertà, diventa legge il reddito d'inclusione, che va a modificare i benefici già attivati dal sostegno per l'inclusione attiva (SIA). Via libera definitivo del Senato al disegno di legge delega per il contrasto della povertà che introduce il reddito di inclusione. L'Aula di ...
REI - reddito di inclusione » Un assegno mensile fino a 485 euro per le famiglie con reddito complessivo ISEE non superiore ai seimila euro
Il Reddito d'inclusione (ReI), è uno strumento di contrasto alla povertà che sostituisce sia il Sostegno all'Inclusione Attiva (SIA) che l'Asdi (Assegno Sociale di DIsoccupazione) e gli aventi diritto potranno beneficiarne a partire dal primo gennaio 2018. La misura consiste in un assegno mensile di importo variabile dai 190 fino ...
Agevolazioni fiscali prima casa - Nessuna decadenza dal beneficio se il ritardo nel trasferimento della residenza è imputabile all'esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria dell'immobile acquistato
In materia di agevolazioni per l'acquisto della prima casa, il trasferimento della residenza nel comune di ubicazione dell'immobile costituisce un vero e proprio obbligo per il contribuente a fronte dell'ottenimento del beneficio fiscale. Quindi, anche nella materia in esame deve attribuirsi generale rilevanza alle cause esimenti della responsabilità per inadempimento, ...
Agevolazioni prima casa - Il beneficio resta se il mancato trasferimento di residenza nel comune dove è ubicato l'immobile acquistato è imputabile a causa di forza maggiore
Va innanzitutto ricordato che, in tema di agevolazioni fiscali prima casa, la legge fa riferimento non al trasferimento della residenza nell'immobile acquistato con il beneficio fiscale, ma al trasferimento della residenza nel comune ove tale immobile è ubicato, cosicché, pur quando l'immobile acquistato con il beneficio fiscale non possa venire ...
Sostegno all'inclusione attiva - Requisiti e procedure per ottenere il sussidio mensile riservato alle famiglie in condizioni economiche disagiate
Il Sostegno per l'inclusione attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti minorenni, figli disabili o donne in stato di gravidanza accertata. Il sussidio viene erogato ai sensi dell'articolo 1 della legge ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca