Reddito di cittadinanza per mamma single con bambino revocato nel febbraio 2020 – Per quale motivo? » Un po’ di storia …

Mamma single con minore, in affitto, non convivente e non coniugata e con una invalidità civile dell’80%, senza lavoro: unica fonte di sostentamento è la mia pensione di invalidità. Il Bambino è stato riconosciuto dal padre che ogni tanto ci regala qualche soldino.

Ho fatto domanda per il rdc l’anno scorso a marzo e già da aprile 2019 mi è stato concesso senza mai avere problemi. A gennaio ho rifatto l’isee per non perdere il rdc ed è risultato identico allo scorso anno.

Da febbraio 2020 però il reddito di cittadinanza è decaduto in quanto nella dsu compare per la prima volta il papà del minore.

Anche sull’isee dello scorso anno alla voce genitore non convivente e non coniugato c’erano i redditi del papà del bambino ma non è mai stato inserito nella dsu fino a febbraio 2020. Come mai ora compare? È stato fatto qualche errore?

Cosa posso fare per riavere il reddito di cittadinanza che mi permetteva di pagare gran parte delle spese ordinarie?

Il decreto legge 4/2019 per l’attribuzione del reddito di cittadinanza è stato applicato immediatamente, fin dal 29 gennaio 2019, giorno successivo a quello di pubblicazione in gazzetta ufficiale del provvedimento governativo.

La successiva legge di conversione 26/2019 ha però modificato il decreto 4/2019 stabilendo che, in presenza di figli minori, ai fini del calcolo Isee, dovesse far parte del nucleo familiare anche il genitore non convivente o non sposato e senza altri figli. Più precisamente, veniva stabilito che il calcolo dell’ISEE di un nucleo familiare in presenza di minori dovesse essere determinato come quello per le prestazioni agevolate rivolte ai minorenni, con il contributo, quindi, anche del reddito e del patrimonio del genitore non convivente.

La legge di conversione 26/2019 è entrata in vigore il 30 marzo 2019.

Ora, per evitare problemi a chi aveva già presentato la domanda per l’accesso al reddito di cittadinanza prima dell’entrata in vigore della legge 26/2019, fu deciso di far salve le richieste del reddito di cittadinanza presentate sulla base della disciplina vigente prima della data di entrata in vigore della legge di conversione 26/2019.

Questa la ragione per cui, avendo dovuto presentare una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) nel gennaio 2020, per poter continuare a percepire il reddito di cittadinanza, il nuovo ISEE è stato ricalcolato tenendo conto anche del contributo patrimoniale e reddituale del padre di suo figlio. Portando alla revoca del beneficio.

L’unico modo per poter escludere il contributo economico del padre del minore, con il minore non convivente, dal calcolo dell’ISEE del nucleo familiare,formato da mamma single e dal proprio figlio, è quello di recarsi presso l’ufficio preposto ai servizi sociali del Comune di residenza e presentare un atto sostitutivo di notorietà in cui viene dichiarata l’assenza di rapporti affettivi ed economici fra padre e figlio.

Naturalmente, la dichiarazione dovrà essere resa solo qualora la circostanza sia veritiera. Infatti, i servizi sociali, anche con il supporto della polizia municipale, avvieranno un’istruttoria finalizzata a verificare quanto dichiarato dalla madre single del piccolo. All’esito positivo dell’istruttoria, dopo aver anche acquisito prove testimoniali, i servizi sociali saranno tenuti a rilasciare una certificazione attestante l’assenza di rapporti affettivi e patrimoniali fra il minore ed il padre con lui non convivente. Con tale documento potrà essere presentata una nuova DSU in cui, spuntando l’apposita casella inerente l’assenza di rapporti fra padre e figlio, l’ISEE verrà calcolato esclusivamente sulla base del reddito e del patrimonio della mamma single (e degli altri eventuali componenti indicati nello stato di famiglia).

3 Aprile 2020 · Genny Manfredi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Nucleo familiare per mamma single convivente con i propri genitori che fruiscono di una pensione
Anche quest'anno ho richiesto l'isee per accedere al bonus da 80 euro per mio figlio che fa 3 anni a settembre: sono una madre single e vivo con i miei, mi occupo di mio figlio h 24 in quanto risultando tutti e due i genitori disoccupati non è mai stato ammesso al nido. Ho perso per 3 anni una marea di aiuti visto che sono costretta a includere nel mio Isee i miei genitori, mia madre è disoccupata e mio padre pensionato,io penso che la dignità di una persona vada anche aiutata, mio padre non è che può campare me ...

DSU ISEE per reddito di cittadinanza richiesto da soggetto single (non coniugato) con figli minori
Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, nel caso in cui sia stato compilato l'isee minorenni poiché ci sono genitori non coniugati con diversa residenza, l'inps tiene conto nell'isee ordinario e nell'isee minorenni? ...

Reddito di cittadinanza 2020 patrimonio mobiliare 2018?
Nel 2019 ho fatto domanda di reddito di cittadinanza e mi è stata negata perché essendo richiedente single il mio patrimonio mobiliare (giacenza media in conto corrente) risultava di 6.090€ e quindi di 90€ sopra la soglia massima. A gennaio 2020 pensavo di poter fare una nuova DSU con giacenza media 2019 che nel mio caso sarà meno di 1000€ ma mi è stato detto dal caf che il parametro sarà sempre la giacenza media del 2018, quindi come l'anno scorso. È corretto? e se si, in alternativa è possibile richiedere una DSU corrente che consideri la giacenza del 19 ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Reddito di cittadinanza per mamma single con bambino revocato nel febbraio 2020 – Per quale motivo? » Un po’ di storia …