Reddito di cittadinanza (RdC) per nucleo familiare formato da italiano disoccupato e extracomunitario percettore di reddito IRPEF da lavoro dipendente

Io (italiano) ed un mio amico (straniero, non europeo) ci siamo trasferiti nello stesso immobile in affitto e, al momento della formazione della famiglia anagrafica, siamo stati considerati come un’unica famiglia: io vorrei richiedere reddito di cittadinanza perché sono disoccupato, ma il mio amico è un lavoratore con contratto di lavoro a tempo indeterminato.

la mia domanda è: c’è rischio che io non percepisca rdc per l’ errore della famiglia anagrafica, e anche perché l’altro componente del nucleo non ha diritto a rdc (essendo straniero non comunitario e lavoratore)?
grazie

Il reddito di cittadinanza è un beneficio assegnato al nucleo familiare e non al singolo componente: questo aspetto è bene sempre ricordarlo, per inquadrare correttamente le problematica.

Nella fattispecie, il nucleo familiare è costituito da un disoccupato italiano e da un lavoratore dipendente extracomunitario: molto difficilmente, pertanto, il reddito percepito dal lavoratore dipendente extracomunitario consentirebbe, al nucleo familiare considerato, di percepire il reddito di cittadinanza. Anche perché, pur nell’ipotesi che il lavoratore dipendente extracomunitario nel 2020 fosse stato anche egli disoccupato, lo stato di lavoratore dipendente, attualmente retribuito con busta paga mensile, dovrebbe essere comunque comunicato all’INPS con modello RDC/PDC COM ridotto.

Giusto per chiarire, va detto anche che solo per il richiedente il beneficio, l’articolo 2 (beneficiari), comma 1, lettera a) punto 2, del decreto legge 4/2019 (disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza), richiede di essere residente in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi due, considerati al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata dell’erogazione del beneficio, in modo continuativo. In altre parole, se lo straniero extracomunitario fosse stato disoccupato, molto probabilmente il nucleo familiare, costituito dal disoccupato italiano e dal lavoratore dipendente extracomunitario, avrebbe potuto ottenere il reddito di cittadinanza richiesto dal cittadino italiano disoccupato, anche se il cittadino extracomunitario fosse risultato non rispettare i requisiti di cui all’articolo 2, comma 1, lettera a) punto 2, del decreto legge 4/2019 già citato.

25 Maggio 2022 · Roberto Petrella



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Reddito di cittadinanza (RdC) per nucleo familiare formato da italiano disoccupato e extracomunitario percettore di reddito IRPEF da lavoro dipendente