Reddito di cittadinanza e residenza per soggetti di età pari o superiore a 26 anni

Se un amico disoccupato, che viveva coi genitori, sopra i 26 anni si trasferisce a vivere da solo a marzo 2019, avendo tutti i requisiti, ha diritto al reddito di cittadinanza o il fatto che ciò sia avvenuto dopo il 31 dicembre 2018 lo esclude? Ho letto che un trasferimento avvenuto dal 1 gennaio 2019 escluderebbe il ricevimento del reddito, perché i documenti riferiti al 2018 dicono che era a carico dei genitori.

Il Decreto Legge 4/2019 che ha introdotto reddito e pensione di cittadinanza non entra, a parte qualche eccezione, nel merito delle questioni inerenti il nucleo familiare (residenza, composizione del nucleo familiare, eventuali componenti cooptati nel nucleo familiare di origine in quanto a carico fiscale dei genitori), ma si limita a stabilire requisiti che dipendono dall'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (DPCM 159/2013).

Ora, l'articolo 3 comma 1 del DPCM 159/2013, ci dice che il nucleo familiare del richiedente è costituito dai soggetti componenti la famiglia anagrafica alla data di presentazione della DSU (e solo a quella data, ndr).

Il comma 4, dello stesso articolo, stabilisce poi che Il figlio minore di anni 18 fa parte del nucleo familiare del genitore con il quale convive.

Il decreto legge 4/2019 (articolo 2, comma 5 lettera b), integra e sostituisce l'articolo 3, comma 5 del DPCM 159/2013 affermando che il figlio maggiorenne non convivente con i genitori fa parte del nucleo familiare dei genitori esclusivamente quando è di età inferiore a 26 anni, è nella condizione di essere a loro carico a fini IRPEF, non è coniugato e non ha figli.

Questo è quanto. Ricordiamo che il decreto legge 4/2019 (in scadenza il 29 marzo prossimo venturo) deve essere convertito in legge entro poco più di un paio di settimane e potrebbero anche essere introdotte modifiche finalizzate, con la conversione, a limitare la corsa ai cambi di residenza che si è registrata subito dopo l'entrata in vigore del decreto legge. Ma, al momento, non esiste alcuna condizione che limiti la formazione di un nucleo familiare autonomo per un soggetto di età pari o superiore a 26 anni in relazione alla data in cui è avvenuto l'eventuale cambio di residenza (uscita dallo stato di famiglia dei genitori).

13 marzo 2019 · Roberto Petrella

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca