Reddito di cittadinanza e Patto per il lavoro


Al momento sono disoccupata e non studio: sono stata convocata da un centro per l’impiego per questa settimana per il patto per il lavoro connesso al Reddito di Cittadinanza. Cosa accadrà durante l’incontro?

Da settembre mi iscriverò a un corso universitario. Se, pur avendo sottoscritto il patto per il lavoro, dovessero chiamarmi, per esempio, a ottobre, potrò rifiutare la proposta e continuare a mantenere rdc essendo diventata una studentessa?

In occasione della convocazione del Centro Per l’Impiego (CPI) le verrà chiesto di stipulare il patto per il lavoro: si tratta in pratica di sottoscrivere la Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) al lavoro e aderire ad un percorso personalizzato di accompagnamento all’inserimento lavorativo e all’inclusione sociale che può prevedere attività di servizio alla comunità, per la riqualificazione professionale o il completamento degli studi nonché altri impegni finalizzati all’inserimento nel mercato del lavoro e all’inclusione sociale.

Ove mai (casa di cui fortemente dubito) dovessero poi convocarla per offrirle un posto di lavoro la normativa vigente consente al beneficiario di rifiutare due su tre proposte e mantenere il diritto a percepire il reddito di cittadinanza: in ogni caso potrà chiedere di annullare la DID esibendo l’attestato di iscrizione ad un regolare corso di studi universitari.

1 Giugno 2021 · Roberto Petrella



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?