Reddito di cittadinanza e bonus affitto – Come funziona?


Farò domanda per il reddito di cittadinanza e, a quanto mi è stato detto, avrò diritto all’importo di €500 + €280 per l’affitto: non ho ben capito cosa succede se l’importo dell’affitto è inferiore a €280. La differenza potrà essere usata per altre spese o viene persa?
Esemplifico la situazione: il mio canone di locazione è di €200. Che fine fanno i restanti €80?

L’articolo 3 (beneficio economico) del decreto legge 4/2019 (disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni), stabilisce che il beneficio economico del reddito di cittadinanza, su base annua, è costituito da una parte ad integrazione del reddito familiare e da una componente ad integrazione del reddito dei nuclei familiari residenti in abitazione in locazione, pari all’ammontare del canone annuo previsto nel contratto in locazione, come dichiarato a fini ISEE, fino ad un massimo di euro 3.360 annui (ovvero 280 euro/mese).

In altre parole, se il contratto di locazione registrato presso Agenzia delle Entrate, prevede un canone di locazione di 400 euro mese, il beneficiario del reddito di cittadinanza percepisce, per la componente affitto, 280 euro. Se, invece, il canone di locazione è fissato, come nella fattispecie, in 200 euro mensili, il contributo sarà di 200 euro. Gli altri 80 euro non spettano, sono praticamente persi.

21 Settembre 2020 · Genny Manfredi



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?