Può il creditore recuperare le somme che il debitore ha trasferito a terzi dal proprio conto corrente?

Domanda riformulata dopo la lettura della precedente risposta al mio quesito: premesso che la revocatoria ordinaria è possibile solo per beni registrati, chiedo quali azioni potrebbe intraprendere il creditore di un privato cittadino che in quanto debitore si è spogliato di tutta la disponibilità dei conti correnti con bonifici effettuati a favore di parenti o di altri terzi, non avendone con ciò più la disponibilità effettiva.

L'indizio del trasferimento potrebbe risultare al creditore da differenze di saldo dei conti correnti da periodo a periodo oppure, nel caso di conto estero, troverà riscontro dai valori indicati in dichiarazione dei redditi nel modello RW da un anno all'altro.

Ringrazio per una risposta esaustiva alla domanda così riformulata.

Va innanzitutto chiarito, giusto per comprendere il contesto di applicazione dell'azione revocatoria ordinaria, che l'istituto giuridico previsto dal codice civile all'articolo 2901 non elimina l'atto impugnato, ma lo rende semplicemente inefficace esclusivamente verso il creditore che ha agito. Non si produrrebbe un effetto restitutorio, poiché il bene non rientrerebbe più nel patrimonio del debitore, ma il creditore agente potrebbe promuovere sul bene oggetto di revocatoria azioni sia esecutive che conservative, come se il bene non fosse mai stato soggetto all'atto dispositivo (registrato).

Concludendo, per quel che riguarda il caso in cui il debitore si fosse semplicemente spogliato di tutta la disponibilità dei propri conti correnti con bonifici effettuati a favore di parenti o di altri terzi, il creditore insoddisfatto ed informato dei singoli movimenti non potrebbe fare altro che rammaricarsi della propria intempestività nell'azione esecutiva.

Dal punto di vista fiscale, invece, l'Agenzia delle entrate potrebbe assoggettare le somme trasferite ad imposta sul reddito, ritenendole percepite da attività in nero, e potrebbe esigere il pagamento dell'imposta di donazione per ciascun singolo trasferimento.

4 marzo 2017 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento conto corrente e libretto di deposito
revocatoria di atti dispositivi del debitore (alienazione immobile donazione costituzione fondo patrimoniale)

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Conto corrente su cui è disposto pignoramento presso terzi » L'imposta di bollo alla banca è comunque dovuta
Conto corrente sottoposto a pignoramento presso terzi: l'istituto di credito è legittimato a trattenere l'imposta di bollo per dei soldi che, ormai, non sono più nella disponibilità del titolare? Chiariamo subito la questione: il presupposto dell'imposta di bollo sui conti correnti bancari non risiede nel fatto che il correntista abbia ...
Il creditore non può pignorare i versamenti del debitore finalizzati a ridurre lo scoperto in conto corrente
In tema di pignoramento del conto corrente, il creditore può direttamente pignorare somme che siano nella diretta disponibilità del proprio debitore, ma non può pignorare i singoli versamenti effettuati dal debitore prima e dopo il pignoramento e finalizzati a ridurre lo scoperto di conto corrente. In pratica se il conto ...
Pignoramento del conto corrente cointestato - quando uno solo dei cointestatari è debitore
Molto spesso la banca, a seguito della notifica di un atto di pignoramento presso terzi, sottopone al vincolo del pignoramento l'intero saldo del conto cointestato al debitore sottoposto ad esecuzione. Ma, il pignoramento sulle somme depositate in un conto corrente bancario cointestato al debitore e ad una persona estranea all'obbligazione, ...
Verifica fiscale delle operazioni in conto corrente - Non solo per chi svolge attività autonoma o di impresa
Qualora l'accertamento effettuato dall'ufficio finanziario si fondi su verifiche di conti correnti bancari, l'onere probatorio dell'Amministrazione è soddisfatto attraverso i dati e gli elementi risultanti dai conti predetti, mentre si determina un'inversione dell'onere della prova a carico del contribuente, il quale deve dimostrare che gli elementi desumibili dalla movimentazione bancaria ...
Debitore insolvente? » Ecco alcune dritte su come recuperare il credito
In caso di debitore insolvente, il creditore potrà procedere al recupero del credito, innanzitutto verificando se il debitore è titolare di conti correnti, di automobili, di crediti da lavoro dipendente o conti in banca. Ecco come agire. Debitore insolvente? » Le informazioni necessarie Prima di intraprendere la decisione di tentare ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca