Recupero crediti - meglio non consegnare contanti agli addetti alle visite domiciliari

In relazione a questa discussione, ho già preso accordi con questa persona di pagare in contanti perchè mi è stato detto che è il modo più veloce e, inoltre mi rilascia ricevuta regolare. Ma ora lei mi ha messo il dubbio e credo che chiederò di poter fare un bonifico, se mi dite che è meglio.

Inoltre come posso scrivere una diffida?

Nella mia lunga esperienza di addetta al recupero crediti non si contano i casi in cui i colleghi preposti alle visite domiciliari hanno intascato i contanti consegnati dal debitore a copertura del rimborso delle proprie posizioni, senza mai riversarli alla società per cui lavoravano. Anche rilasciando una "regolare" ricevuta.

Per queste operazioni non è importante la velocità, ma la certezza che i soldi pagati giungano all'effettivo creditore. E che possa essere tracciato il versamento.

In ogni caso, anche quando l'IBAN viene comunicato via e-mail dall'addetto alla phone collection del contact center, esso va attentamente verificato prima di effettuare il bonifico. Molto spesso è accaduto che venisse comunicato al debitore l'IBAN relativo al conto corrente dell'operatore a cui era stata affidata la pratica.

Una comunicazione di diffida è molto semplice da preparare. Dopo aver indicato i dati relativi al debitore ed al credito oggetto di recupero, è sufficiente diffidare la società a non contattare il debitore via telefono e a non inviare addetti presso la residenza, il domicilio o il luogo di lavoro dello stesso: in mancanza si minaccia di sporgere denuncia per molestie, stalking e violazione della privacy all'Autorità Giudiziaria.

Poche righe, senza che sia necessaria l'assistenza di un avvocato per scriverle.

21 novembre 2015 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

recupero crediti
visite domiciliari sms e contatti telefonici indesiderati dell'agente di recupero crediti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Visite domiciliari - L'agente di recupero crediti può essere costretto ad esibire, su richiesta, copia della licenza rilasciata dalla Questura con l'elenco dei soggetti abilitati
Per svolgere la propria attività, le imprese specializzate nel recupero stragiudiziale dei crediti devono possedere la licenza di cui al testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (TULPS) che è rilasciata dal Questore e vale per tutto il territorio nazionale. In particolare, l'articolo 115 del TULPS (Regio Decreto 773/1931) dispone, ...
Le telefonate e gli SMS degli addetti al recupero crediti possono integrare il reato di molestia o disturbo al debitore
Abbiamo spesso invitato i debitori a rivolgersi all'Autorità giudiziaria con un esposto denuncia a fronte delle insistenti telefonate effettuate dagli addetti al recupero crediti che si reiterano nel tempo, anche dopo la chiara diffida verbale del debitore ad astenersene. Il diritto del debitore a non essere molestato via telefono, o ...
Giroconto invece di un bonifico - Il cliente perde il diritto alle agevolazioni fiscali per ristrutturazione edilizia
Volevo sapere se ciò che mi è accaduto potrebbe essere portato di fronte all'Arbitro Bancario Finanziario. La mia banca online ha ricevuto da me l'ordine di disporre un bonifico per ristrutturazione edilizia. il 16 dicembre. Dopo svariate telefonate effettuava il bonifico il 24 dicembre. ma annullava la mia disposizione e ...
Diffida e messa in mora del debitore
La raccomandata A/R di diffida serve ad avvertire un soggetto che, se mettesse in pratica o continuasse a praticare determinate azioni, illegittime o indesiderate, ci si rivolgerà all'autorità competente. Esempi pratici: - continuano ad arrivare solleciti di pagamento quando avete già provveduto o a cui non siete tenuti; - vi ...
Debito non pagato » come opporsi alle scorrettezze dell'addetto al recupero crediti
Quali sono gli strumenti di cui dispone il debitore per opporsi alle pratiche scorrette che gli addetti delle società di recupero crediti mettono spesso in atto per guadagnarsi la misera provvigione. Come reagire alle continue violazioni della privacy, ai reiterati comportamenti lesivi della dignità del debitore, alle richieste per interessi ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca