Recupero crediti per telefonino non pagato - Dopo quanti anni si prescrive il debito?

Nel 2011 acquistai a rate un telefonino TIM con un offerta telefonica di 24 rate di 15 euro mensili: se non ricordo male ho saltato le ultime 5 rate per un totale di circa 75 euro.

Oggi mi ha contattato una società di recupero crediti per conto TIM dicendo che devo pagare circa 200 euro. Gli ho risposto che mi mandassero la documentazione a casa. In Questi 6 anni non ho mai ricevuto nulla, né un sollecito, né un a lettera.

La mia domanda è: dopo quanti anni si prescrive il debito in questo caso?

L'articolo 2948 del Codice civile stabilisce che, in generale, per tutto ciò che deve pagarsi periodicamente ad anno o in termini più brevi, la prescrizione è quinquennale.

Pertanto, il diritto al rimborso del credito vantato dalla TIM, il cui recupero è stato affidato, in gestione o in cessione, alla società che l'ha contattata, è prescritto, a meno che non ci siano state, in passato, comunicazioni interruttive dei termini di prescrizione, notificate con raccomandata AR da TIM (o dal cessionario) anche per compiuta giacenza.

Tuttavia, se il telefonino, come spesso avviene, è stato acquisito tramite un prestito erogato da una finanziaria terza, anche se collegato al contratto di connessione alla rete TIM, e il suo noleggio (anche a riscatto) non risulta incluso nell'offerta promozionale dell'operatore telefonico, allora la situazione si complica e la prescrizione diventa decennale. Ma, in questo caso, la società di recupero crediti non può presentarsi come mandataria della TIM.

16 agosto 2017 · Carla Benvenuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

prescrizione e decadenza dei debiti e dei crediti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cartella esattoriale originata da multa » La prescrizione è di 5 anni
La cartella esattoriale originata da una multa per trasgressione al codice della strada è prescrivile entro cinque anni e non in dieci. La cartella, infatti, ha il ruolo di mettere in mora il debitore e interrompere la prescrizione, vale cioè come un mero atto di precetto ed è assimilabile ad ...
Debito non pagato » come opporsi alle scorrettezze dell'addetto al recupero crediti
Quali sono gli strumenti di cui dispone il debitore per opporsi alle pratiche scorrette che gli addetti delle società di recupero crediti mettono spesso in atto per guadagnarsi la misera provvigione. Come reagire alle continue violazioni della privacy, ai reiterati comportamenti lesivi della dignità del debitore, alle richieste per interessi ...
Quando il recupero crediti asserisce che non serve esibire un estratto conto cronologico del debito
Avevo scritto pochi giorni per una questione di un finanziamento che ho fatto 3 anni fa con la Santander di 10.000 euro purtroppo da piu di un anno e mezzo che ho perso il mio lavoro tempo indeterminato m sono trovata in difficolta per pagarlo . Adesso la banca inizialmente ...
Risarcimento danni da fatto illecito - La prescrizione è quinquennale
Il diritto al risarcimento del danno derivante da fatto illecito si prescrive in cinque anni dal giorno in cui il fatto si è verificato. Per il risarcimento del danno prodotto dalla circolazione dei veicoli di ogni specie il diritto si prescrive in due anni. In ogni caso, se il fatto ...
Io Guenda, agente di recupero crediti, vorrei essere la migliore amica dei miei debitori
Mi chiamo Guenda, ho una laurea in giurisprudenza e da qualche anno il mio impegno è incentrato soprattutto nell'attività di recupero stragiudiziale dei crediti. E', questo, un mondo interessante e stimolante. Il recupero crediti  stragiudiziale si basa fortemente sulla comunicazione persuasiva. E' fondamentale, come insegnava Karalis dalle righe di questo ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca