Società di recupero crediti mi chiede 5 rate non rimborsate, più interessi, di una cessione del quinto di 10 anni fa - Devo pagare?

Avevo fatto una cessione del quinto circa 10 anni fa nel frattempo la mia ditta ha chiuso ed ho pagato con il tfr il restante debito rimanendo però fuori di 5 rate ognuna di 259 euro.

Il finanziamento lo feci con Edera poi passato a Barclay poi passato ad Ibl. Adesso mi chiedono le rate più interessi pari a 2900 euro è giusto che debba pagare questi soldi oppure devo pagare solo le 5 rate arretrate? Possono continuare a fare la trattenuta del quinto? Se è no non li pago proprio.

Da quanto riferisce non sono, purtroppo, decorsi dieci anni dalla scadenza della prima rata non pagata del prestito dietro cessione del quinto, per cui il credito non è prescritto.

A questo punto possono presentarsi due scenari: il primo si realizza con un accordo transattivo con IBL finalizzato ad ottenere un eventuale sconto su capitale ed interessi pretesi, chiudendo così il contenzioso in via stragiudiziale.

In caso di rifiuto ad adempiere, la cessionaria potrebbe chiedere ed ottenere dal giudice un decreto ingiuntivo e procedere poi con il pignoramento dello stipendio, per una somma che comprenderà, oltre al capitale non versato ed agli interessi moratori maturati, anche le spese di procedura anticipate dal creditore.

Il rateo mensile, in una simile evenienza, è pari, come certamente sa, al 20% dello stipendio al netto degli oneri fiscali e contributivi.

30 aprile 2018 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cessione del quinto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cessione del quinto dello stipendio e pignoramento
La legge disciplina l'ipotesi del cumulo della cessione con uno o più eventuali pignoramenti della retribuzione. Il cumulo può verificarsi in due distinte ipotesi, in relazione alle quali il legislatore fissa precisi limiti quantitativi. Qualora la retribuzione del lavoratore sia già gravata da una trattenuta a titolo di pignoramento e ...
Riduzione della retribuzione ed effetti sulla cessione del quinto
Qualunque vicenda che incida sulla misura della retribuzione può, in concreto, produrre effetti anche sulla cessione del quinto dello stipendio: si pensi, per esempio, alla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale, all'irrogazione di una sanzione pecuniaria o di una sospensione per illecito disciplinare che decurti ...
Cosa accade se il datore di lavoro non versa al creditore le trattenute prelevate dallo stipendio del debitore per il rimborso del prestito dietro cessione del quinto
Il contratto di finanziamento estinguibile mediante cessione di quote di stipendio è una tipica forma di finanziamento che consente al soggetto richiedente (il lavoratore dipendente) di disporre, in tempi brevi, delle somme di cui necessita, per poter poi restituire gli importi richiesti nel corso degli anni mediante una trattenuta mensile ...
Indebiti pensionistici propri - Recupero con trattenuta sulla pensione
L'articolo 2033 del codice civile stabilisce che colui che ha eseguito un pagamento non dovuto (indebito), ha diritto alla restituzione di quanto pagato nonché agli interessi legali dal giorno del pagamento, se il beneficiario dell'indebito era in mala fede, oppure, se questi era in buona fede, dal giorno della domanda. ...
Cessione del quinto » Piccolo prontuario per il debitore
La Cessione del quinto è un prestito personale con massima libertà di utilizzo della somma ricevuta. Il richiedente in cambio “cede” una parte del suo stipendio o della sua pensione (al massimo di un quinto) autorizzando il suo datore di lavoro a trattenere ogni mese dalla busta paga o dalla ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca