Recupero crediti contratto a tempo indeterminato

A Gennaio 2010 ho cambiato lavoro, lasciando un posto nel quale ero contrattualizzato con un CCNL Metalmeccanico V livello, a tempo indeterminato.
Ho lavorato in quel posto per 1 anno, dove periodicamente ho ricevuto pagamenti parziali del mio stipendio, con il proposito che mi avrebbero restituito il mancante appena ci fosse stata disponibilità. Ad oggi (21 mesi di distanza) mi mancano 800 euro da busta paga e circa 900 per un lavoro fatto dopo che mi hanno "costretto" a fare per mantenere buoni i rapporti. Questo lavoro purtroppo non è stato formalizzato (anche se ci sono numerose email tra me e il mio datore sull'andamento e la conclusione, con paga pattuita, sul lavoro). Ho paura che intraprendendo le vie legali non potrò recuperarlo. La mia domanda è..con 21 mesi di ritardo, potrei chiedere un risarcimento per non aver ancora recuperato le 800 euro da busta paga? Se sì come è quantificabile? Mi aiuterebbe a rinunciare più volentieri al lavoro non formalizzato fatto dopo.

Risarcimento non credo proprio, si parla di interessi legali, rivalutazione monetaria per ritardato pagamento... Dai un'occhiata al Decreto 1 settembre 1998, n. 352.

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mancata conversione del contratto di lavoro a tempo indeterminato - Può essere eccepita a distanza di anni
Il lavoratore che voglia contestare l'illegittimità di un contratto a termine, per violazione delle disposizioni che individuano le ipotesi in cui è dovuta l'assunzione a tempo determinato, e che sia interessato alla eventuale conversione ex-lege del rapporto di lavoro a tempo indeterminato, può agire in giudizio anche dopo anni di ...
Configura il reato di estorsione condizionare l'assunzione in cambio dell'accettazione di condizioni di lavoro vessatorie
È configurabile il reato di estorsione in capo al datore di lavoro che prospetti ai propri dipendenti l'ipotesi di licenziamento in caso di mancata accettazione delle condizioni di lavoro eccessivamente penalizzanti e vessatorie da lui imposte. Nel caso di specie, il datore aveva subordinato l'assunzione a un accordo con cui ...
Recupero crediti scorretto » Antitrust sospende Ge.Ri. S.r.l.
Recupero crediti con pratiche scorrette: l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) sospende la società GE.RI. Le agenzie di recupero crediti GE.RI ed ELLIOT facevano pervenire ai consumatori pressanti solleciti di pagamento di presunti crediti, talvolta con la minaccia di azioni legali e addirittura l'annuncio di una visita da ...
L'attività di addetto/a al recupero crediti non può essere inquadrata con un contratto di lavoro a progetto
Lo svolgimento dell'ordinaria attività aziendale, avente per oggetto sociale l'attività di recupero crediti per conto di terzi committenti, e dunque nella ricerca del contatto con il debitore, nel concordare con lo stesso le modalità di pagamento anche dilazionato, nell'invio di solleciti di pagamento, svolta via telefono ed informatica presso la ...
Sblocca Italia - Esenzione dalle imposte di registro e di bollo per la registrazione della riduzione del canone di locazione
Quando il locatore decide di concedere una riduzione del canone di locazione inizialmente pattuito, e il contratto è ancora in essere, per la registrazione dell'atto con il quale viene formalizzato esclusivamente tale accordo non sono più dovute l'imposta di registro (67 euro) e l'imposta di bollo (16 euro per ogni ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca