Appalto pubblico e credito inesigibile

Sono nella posizione di sub non autorizzato in un appalto pubblico. Il mio cliente, appaltatore principale non ha pagato.

Ho pignorato il credito presso il Committente, ma il committente ha risposto cosi: il credito non è attualmente esigibile ex art.118 comma 3 e 6 D.Lgs 163/2006 in difetto della presentazione delle fatture quietanzate dai subappaltatori da parte dell'affidatario dei lavori nonchè in difetto della documentazione della regolarità contributiva.

Chiedo aiuto , perchè non so come fare a riprendere quei soldi.

Mi spiace, ma non saprei come aiutarla: peraltro, l'ottimo titolo da lei scelto fotografa la situazione in modo sintetico e chiaro.

Un credito inesigibile è per definizione non recuperabile.

D'altra parte non sono perseguibili vie legali nei confronti dell'affidatario. Sarebbe come andare dal giudice per chiedere il rispetto di un'equa spartizione del bottino frutto di una rapina.

A meno che, lei non intenda denunciare le modalità con cui vengono assegnati gli appalti ed i subappalti nell'opaco mondo della PA ...

31 gennaio 2012 · Simone di Saintjust

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Figli che per motivi di studio non risiedono stabilmente nella casa familiare - Permane l'obbligo del versamento dell'assegno di mantenimento al coniuge affidatario
La circostanza che la prole non conviva con il genitore affidatario, per frequentare un corso universitario in altra città, ma si rechi non appena possibile nella residenza familiare non esclude il requisito della convivenza, ogniqualvolta permanga il collegamento stabile con l'abitazione del genitore. I giudici di legittimità hanno chiarito in ...
Operazioni inesistenti - Risponde del reato l'amministratore che presenta la dichiarazione e non quello che registra la fattura
Non risponde del reato di utilizzo di fatture per operazioni inesistenti l'amministratore di una società il quale, dopo aver acquisito e registrato una fattura per operazione inesistente, sia cessato dalla carica prima della presentazione della dichiarazione fiscale per la cui redazione la medesima fattura sia stata poi utilizzata dal suo ...
Separazione e divorzio - Se la casa familiare non è assegnata al coniuge affidatario il canone ricavabile dalla locazione dell'immobile deve integrare l'assegno di mantenimento
Nel giudizio di separazione e divorzio, i provvedimenti necessari alla tutela degli interessi morali e materiali della prole, tra i quali rientrano anche quelli di attribuzione e determinazione di un assegno di mantenimento a carico del genitore non affidatario, possono essere adottati d'ufficio. In particolare, in materia di assegno di ...
Lavori di ristrutturazione del condominio » Per i danni ad un singolo appartamento chi è obbligato al risarcimento danni?
Condominio: chi paga quando i lavori sono fatti male e danneggiano un singolo appartamento. Quando i lavori condominiali creano un danno al singolo appartamento, si crea una complessa catena di responsabilità. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 20557/14. Da ciò che si evince dalla suddetta ...
Iva a credito » Ecco come poter recuperare le somme in caso di omessa dichiarazione
In caso non fosse stata presentata la dichiarazione Iva a credito dell'anno precedente, è possibile presentare la stessa oggi e recuperare il credito Iva esposto nella dichiarazione dell'anno successivo? Durante lo svolgimento dell'attività professionale o anche di impresa può’ accadere che la conformazione dei costi porti il contribuente a maturare ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca