Rdc e lavoro a tempo determinato nel 2021 – Non si perde il diritto al beneficio (ma non si percepiscono insieme stipendio e reddito di cittadinanza)

Percepisco reddito di cittadinanza e sono disoccupato: è vero che per quest’anno 2021, anche se trovo un lavoro (a tempo determinato), posso mantenere il sussidio inalterato e in più lo stipendio?
Grazie

Il decreto legge 41/2021 articolo 11, stabilisce che per l’anno 2021, qualora la stipula di uno o più contratti di lavoro subordinato a termine comporti un aumento del valore del reddito familiare fino al limite massimo di euro 10 mila annui, il beneficio economico è sospeso per la durata dell’attività lavorativa che ha prodotto l’aumento del valore del reddito familiare fino, a un massimo di sei mesi.

In pratica, dunque, viene mantenuto il diritto all’assegno pur se il contratto di lavoro a tempo determinato comporta l’aumento del reddito familiare fino a dieci mila euro oltre la soglia fissata dalla legge. Nei mesi del 2021 (massimo sei) in cui viene percepito il reddito da lavoro dipendente, il reddito di cittadinanza viene sospeso. Concluso il contratto, non sarà necessario ripresentare la domanda per riottenere il beneficio.

15 Aprile 2021 · Genny Manfredi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Reddito di cittadinanza - Bisogna accettare qualsiasi tipo di lavoro proposto per non decadere dal beneficio?
Sono in attesa, dopo aver presentato la poco la domanda, di ricevere il reddito di cittadinanza, dato che possedevo i requisiti richiesti: il fine per cui ho chiesto di usufruirne è che sono disoccupato e vorrei trovare a breve un lavoro soddisfacente. La mia domanda è questa: tra le possibilità di lavoro che verranno proposte, bisogna accettare qualsiasi per non decadere dal beneficio? Mi spiego meglio: quali sono i criteri previsti per rifiutare un impiego senza perdere il sussidio? ...

Reddito di cittadinanza - Lo svolgimento di lavoro subordinato da parte di un componente del nucleo familiare è compatibile con l'accesso al beneficio?
Vivo, con i miei due figli maggiorenni a carico, in un'abitazione dove convivevo con il mio ex marito prima della separazione: percepisco come reddito esclusivamente l'assegno mensile sancito in fase di divorzio. Al fine di poter presentare la domanda per il reddito di cittadinanza, ho fatto redigere l'ISEE presso un CAF. Nella dichiarazione ISEE, però, vengono richieste le dichiarazioni dei redditi netti di ciascun componente del nucleo riferiti al secondo anno solare precedente (dunque il 2017). In quell'anno mia figlia non lavorava, ma ha cominciato a lavorare sei mesi fa. Mio figlio, invece, è ancora disoccupato. Vorrei sapere, se la ...

Reddito di cittadinanza negato per redditi antecedenti - Ma se si è perso il lavoro cosa si deve fare per accedere al beneficio?
Al momento della presentazione della domanda per il reddito di cittadinanza avevo appena perso il lavoro: purtroppo, però, dato che per accedere al beneficio si fa riferimento al reddito dei due anni precedenti, non rientravo nei requisiti ISEE e dunque non ho potuto fruire del sussidio. Vorrei sapere quando posso ripresentare la domanda ed in che modo. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rdc e lavoro a tempo determinato nel 2021 – Non si perde il diritto al beneficio (ma non si percepiscono insieme stipendio e reddito di cittadinanza)