Rc auto familiare – Quali sono le condizioni per ottenerla?

In merito alla nuova misura dell’rc auto familiare, vorrei sapere di più dal punto di vista del funzionamento della norma e su quali sono le condizioni per ottenerla.

Potete aiutarmi?

L’rc auto familiare è una delle misure più attese tra quelle approvate dalla Legge di bilancio ma, nonostante ciò, sembrano essere ancora tante le incognite che ruotano attorno alla normativa.

Questo non solo perché il decreto Milleproroghe –è ancora in corso di conversione in Parlamento (e c’è chi ha proposto di far ulteriormente slittare tutto al 16 giugno).

I dubbi si concentrano anche sugli effetti che una novità di questa portata avrà sul mercato e sui prezzi delle polizze, visto che l’obiettivo è quello di abbassare i costi ma con il rischio, coinvolgendo indirettamente il meccanismo del bonus/malus, di penalizzare le condotte di guida virtuose e i nuclei familiari possessori di un solo veicolo.

Molto, comunque, dipenderà da come le compagnie assicurative decideranno di mutualizzare i mancati introiti.

Il principio alla base dell’Rc auto familiare è piuttosto semplice: si darà la possibilità di assicurare tutti i veicoli di una famiglia con la miglior classe di merito presente all’interno del nucleo familiare.

La novità, rispetto alla legge Bersani del 2007, è sostanziale, perché fino a oggi era possibile “ereditare” la classe di merito più vantaggiosa in famiglia solo nel caso di acquisto di un veicolo aggiuntivo (sia nuovo che usato), anche se si decideva di cambiare compagnia assicurativa.

Le novità dell’Rc auto familiare, invece, ampliano le possibilità già previste, perché consentono di utilizzare la classe di merito migliore non solo per un nuovo mezzo, ma anche in caso di rinnovo della polizza e tra veicoli di categoria diversa (quindi non solo auto-auto e moto-moto, ma anche auto-moto).

Per poter usufruire della Rc auto familiare, va rispettata una condizione: l’assenza di incidenti con colpa (anche parziale) nei precedenti 5 anni.

Per ottenere la classe di merito migliore in famiglia, in caso di nuova polizza o di rinnovo, non bisogna seguire una procedura particolare.

Va recuperato – tra i veicoli già assicurati – l’attestato di rischio di quello con la classe di merito più bassa e presentato nel momento in cui si richiede la nuova assicurazione.

Oggi, in caso di nuovo contratto, la classe d’ingresso è la Cu 14, mentre con la Rc auto familiare si potrà partire direttamente con la prima, la Cu 1, se presente in famiglia, risparmiando cosi qualche centinaio di euro.

Non cambia rispetto alla legge Bersani invece una condizione indispensabile da rispettare per potersi vedere assegnare la migliore classe di merito: chi sottoscrive un nuovo contratto assicurativo, deve essere un familiare convivente.

Volendo fare un esempio, se il figlio intende utilizzare la classe di merito del padre perché più vantaggiosa, deve risultare che i due fanno parte dello stesso nucleo familiare e vivono stabilmente sotto lo stesso tetto.

L’Rc auto familiare, invece, non trova applicazione per gli autocarri, perché non sottoposti alla formula del bonus-malus, ma neanche per i mezzi aziendali intestati al datore di lavoro e per i veicoli a noleggio, per i quali il costo dell’assicurazione solitamente è inserito nel canone di affitto.

È dovuto al meccanismo del bonus-malus il ritocco del premio assicurativo Rc al momento del rinnovo.

Si può pagare meno, se non si provocano incidenti, o di più, se si è responsabili di aver causato sinistri. Il sistema è diviso in classi di merito (da 1 a 18, più è bassa, più si paga), a ciascuna delle quali corrisponde un importo da versare come premio.

Tendenzialmente quando si provoca un incidente si scalano 2 classi verso il basso, quando trascorre un anno senza sinistri si guadagna una classe verso l’alto.

È indispensabile che i possessori dei mezzi siano tutti componenti dello stesso nucleo.

3 Febbraio 2020 · Giuseppe Pennuto

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?