Rc auto intestata a persona diversa dal proprietario per risparmiare - Possibile?

Ho da poco acquistato un'automobile, a me intestata, ma, a causa della mia classe di merito piuttosto bassa (decima classe), non ho ancora trovato un preventivo decente per poter stipulare l'assicurazione rc auto. Siccome mio fratello è in 1a classe, si è offerto di intestare a lui stesso la polizza assicurativa. Volevo chiedervi, questo mi permetterà di risparmiare qualcosa? E' lecito fare così?

Partiamo con una premessa, il contraente della polizza è chi sottoscrive il contratto di assicurazione e si impegna a pagarne il premio: il proprietario dell'auto, invece, è il soggetto che risulta registrato presso il Pubblico Registro Automobilistico come intestatario del veicolo (PRA).

E' possibile stipulare una polizza rc auto a proprio nome (cioè essere contraente) anche se non si è proprietari del veicolo.

Tuttavia la classe bonus-malus indicata sull'attestato di rischio si riferisce al proprietario del veicolo e non al contraente.

Nel 2011, infatti, la Cassazione si è espressa su un caso di un guidatore che chiedeva di poter assicurare l'auto di un parente con la propria classe di merito, dal momento che, pur non essendone proprietario, ne era il principale conducente.

La Cassazione ha respinto il ricorso, stabilendo quindi che, nel caso di polizza rc auto intestata a persona diversa dal proprietario, il premio assicurativo vada calcolato comunque in base alla classe di merito del proprietario del mezzo.

Dunque, per concludere: se si intende assicurare a proprio nome l'auto di proprietà di qualcun'altro che ha una classe di merito “peggiore” del contraente, si dovrà pagare un premio calcolato in base alla classe di merito del proprietario dell'auto.

Questo perchè la compagnia assicurativa non è obbligata a garantire la medesima classe di merito al contraente di una polizza auto per un'auto intestata a un proprietario diverso.

Il contraente di una polizza rc auto può anche quindi non coincidere con il proprietario, e anzi può cambiare di anno in anno, deve però essere utilizzata la classe bonus/malus del proprietario dell'auto.

Invece, usufruire della Legge Bersani potrebbe senz'altro essere più vantaggioso.

Dal 2007 questa permette di ereditare la classe di merito di un convivente appartenente al proprio Stato di famiglia per assicurare un'auto che entri a far parte del parco macchine familiare per la prima volta.

Certo, questo sempre premettendo che suo fratello sia inserito nel suo stesso nucleo familiare.

27 settembre 2017 · Eleonora Figliolia

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

Eleonora Figliolia
rc auto
tutela consumatore - assicurazione auto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca