Rc auto: mantenere classe di merito invariata dopo sinistro con colpa? – Ecco come fare


Eleonora Figliolia, tutela consumatore - assicurazione auto

Sono stato coinvolto in un piccolo sinistro, mini tamponamento, con un altro veicolo mentre andavo a lavoro: abbiamo già effettuato il cid e penso di essere in torto.

Vorrei evitare, però, di pagare di più la polizza rc auto nei prossimi mesi.

Esiste un modo, che sia legale?

E’ noto che quando si incorre in un sinistro, con colpa propria, la polizza rc auto stipulata con la compagnia assicurativa vada a lievitare nei mesi successivi: esiste, però, un metodo, che in alcuni casi può evitare quest’evenienza, ovvero la derubricazione del sinistro.

Alcuni contratti rc auto, infatti, prevedono la possibilità, in alcuni casi, per l’assicurato, di risarcire alla compagnia assicurativa il rimborso del danno causato in un sinistro con colpa.

Tecnicamente, questa procedura si chiama derubricazione del sinistro.

Si può accedere all’iter tramite il servizio di rimborso del sinistro del Consap.

I sinistri riscattabili per evitare l’aumento di classe di merito sono quelli liquidati e contabilizzati con risarcimento diretto, per i quali non risultino pendenti altre partite di danno,

Esistono, poi, alcune tipologie di incidenti stradali per i quali non è possibile procedere con il riscatto, ovvero:

  • collisione tra più di due veicoli;
  • sinistri in cui il danno è limitato a persone o a cose;
  • sinistri con collisione con ciclomotore di cilindrata pari o inferiore a 50cc (sprovvisti di targa);
  • in caso di franchigia.

Dunque, si chiama derubricazione del sinistro quella procedura che permette di riscattare i sinistri con colpa, al fine di evitare l’aumento del premio assicurativo come conseguenza dell’aumento della classe Bonus-Malus.

Com’è facile intuire, la procedura di derubricazione del sinistro risulta conveniente nei casi di incidente stradale con lievi danni all’auto coinvolta.

Infatti, l’avanzamento della classe di merito avverrà anche nel caso in cui il danno riscontrato risulti di poche centinaia di euro comportando, però, un incremento del premio assicurativo per i prossimi anni.

Più precisamente, l’incremento del premio assicurativo a seguito del malus causato dal sinistro potrà permanere per minimo due anni, qualora in questo tempo l’assicurato dimostri di essere un conducente virtuoso, evitando di causare altri incidenti stradali e, dunque, recuperando i due livelli persi la propria classe di merito.

Valutando l’entità del sinistro, quindi, può essere, a volte, utile effettuare la derubricazione del sinistro.

16 Novembre 2018 · Eleonora Figliolia

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 158 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose » Rc auto: mantenere classe di merito invariata dopo sinistro con colpa? – Ecco come fare. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.