Raccomandata recupero crediti a terzo emigrato accettata per errore

L’anno scorso un ex convivente è emigrato all’estero e iscrivendosi contestualmente all’AIRE. Ieri ho accettato per errore una raccomandata di uno studio legale a suo nome con minaccia di azioni giudiziarie per recupero di un credito.

Vorrei sapere se e come posso evitare che eventuali nuove comunicazioni e o azioni giungano al mio indirizzo.

Purtroppo non può evitare che altre raccomandate giungano all’indirizzo errato: il destinatario si è iscritto all’AIRE e quindi non risulta più residente presso il vecchio indirizzo. Per contro, il mittente, che dovrebbe controllare la residenza anagrafica del destinatario prima dell’invio della comunicazione di messa in mora, non adotta le procedure corrette e ne sopporta le conseguenze.

Nel caso specifico, infatti, l’atto consegnato nelle sue mani è inesistente per l’effettivo destinatario: in pratica non gli è stato mai notificato. Mettere in mora il debitore, con una corretta notifica, è essenziale per evitare la nullità delle eventuali successive azioni giudiziali ed esecutive.

28 Luglio 2015 · Stefano Iambrenghi

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Dove mi trovo?