Il mercato delle auto gravate da fermo amministrativo

Argomenti correlati:

Il fermo amministrativo dei veicoli incide pesantemente su un numero sempre maggiore di indebitati, probabilmente qualche milione: la Cassazione, con una precedente sentenza ed una recente ordinanza ha inoltre statuito l’obbligo del pagamento del bollo, inducendo sempre più poverelli a cercare di disfarsi della propria auto, ormai inutile e dispendiosa.

Ci sono molte aziende che promettono ottime quotazioni per l’acquisto di auto gravate da fermo amministrativo ed infatti attraggono il povero tapino di turno con valutazioni online piuttosto interessanti, per poi decurtarle drasticamente al momento di concludere la trattativa.

Non ho trovato alcuno strumento utile a stabilire un valore di riferimento per tali veicoli, mi permetto pertanto di chiedere un parere agli esperti, che, seppure come ordine di grandezza, potrebbe almeno dare un contributo per la definizione di un equo prezzo.

Certamente la capacità contrattuale del venditore in questi frangenti risulta piuttosto ridotta, ma potrebbe comunque avvantaggiarsi, qualora vi fossero univoci parametri di valutazione.

Chi acquista l’auto gravata da fermo amministrativo può solo ricavarne pezzi di ricambio, dal momento che non può cedere il veicolo, e libera il venditore dall’onere di mantenere un bene per il quale dovrebbe corrispondere la tassa automobilistica e l’assicurazione RC Auto, se non possiede uno spazio privato dove sistemarlo.

Peraltro, chi possiede un veicolo gravato da fermo amministrativo può pagare il debito e vendere il veicolo senza gravami, al prezzo indicato dalle quotazioni di mercato indicate dalla stampa specializzata: il problema nasce quando la quotazione ufficiale è inferiore al debito, per cui, messa la questione in questi termini, è del tutto velleitario e sofistico attendersi quotazioni ufficiali in un mercato sottostante che non esiste.

Quando il debito, per cui è stato iscritto il fermo amministrativo, è superiore alla quotazione ufficiale del veicolo libero da gravami, il bene non ha mercato: l’equo prezzo è proprio quello fissato dall’incontro di domanda e offerta fra il venditore che non intende (perché non gli conviene) pagare il proprio debito esattoriale e l’acquirente che valuta la possibilità di piazzare il motore, parti di carrozzeria e componenti nel mercato dei pezzi di ricambio provenienti dall’usato.

6 Maggio 2019 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Verifica fermo amministrativo tramite bollo auto
Mi è capitato in passato di avere un fermo amministrativo sull'auto senza saperlo, e di essermene accorta perché provando ad andare sul sito aci per pagare o calcolare il bollo, inserendo la mia targa mi dava errore. Avendo poi tolto il fermo, tutto è tornato regolare. Questo succedeva una decina di anni fa, all'incirca. Ora mi chiedo: è ancora così? Su un'auto sottoposta a fermo amministrativo è impossibile pagare il bollo online? Qualcuno che è sicuro di avere un fermo, potrebbe fare questa verifica? E' sufficiente andare sul sito aci alla voce "calcola il bollo", inserire la targa e la ...

Auto gravata da fermo amministrativo - Non può essere rottamata: in caso di vendita l'acquirente si accolla il debito per il quale è stato iscritto il fermo amministrativo
Fine luglio ho acquistato un'auto da un parente con un atto di vendita presso un'agenzia pratiche auto per poi aggiornare la carta di circolazione in giorni 60 presso il PRA: la polizza è stata trasferita dalla vecchia auto da demolire. Le problematiche emerse è che il PRA essendo molto arretrato ha appuntamenti a diversi mesi di distanza pertanto sono scaduti i 60 gg. previsti (da 6 giorni). Rivolgendosi a una agenzia pratiche auto svanirebbe il costo contenuto per il completo trasferimento di proprietà (poco più di 320 euro a fronte di euro 540 più euro 60 già pagati per l'atto ...

Vendita auto con fermo amministrativo - Il debito si trasferisce all'acquirente?
La mia auto è sottoposta a fermo amministrativo dal 22 giugno 2019: la persona interessata all'acquisto è a conoscenza del fermo. L'acquirente mi ha proposto di registrare il passaggio di proprietà presso uno Sportello Telematico ACI dicendo che si farà carico personalmente del pagamento della sanzione per rimuovere il fermo. La pratica che mi propone è valida? Così facendo la pendenza di fermo amministrativo resta legata all'auto e quindi al nuovo acquirente o sarà ancora a carico mio? Posso tutelarmi in qualche modo? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Il mercato delle auto gravate da fermo amministrativo