Questione Pignoramento Presso Terzi

La mia questione é molto semplice:

Circa 5 anni fa ho fatto un grosso prestito in denaro contante a mio padre causa sovraindebitamento. Grazie a quei soldi è´riuscito a portare avanti tutte le pendenze fino ad oggi.

Al momento una banca con ipoteca di primo grado sta per andare a procedere al pignoramento dell'immobile casa famigliare.

Mio padre non avendo altri beni attaccabili sta valutando di sospendere i pagamenti con altra banca e altre 2 finanziarie.

Il suo "scopo" e´quello di vedersi pignorare il max. di 1/5 dello stipendio e avere pertanto maggiore liquidita´.

Ho parlato con il mio legale e mi ha indicato che tutti i creditori devono mettersi in fila e chi prima arriva prima pignora il 1/5.

Pertanto vorrei chiedervi: come faccio ad essere il primo ed a tutelare il mio diritto di credito? Potete darmi dei consigli pratici?

Bastava chiederlo al suo legale, visto che c'era ...

Lei deve avere un documento che attesti il prestito effettuato. Un documento con data certa, altrimenti il giudice potrebbe pensare che lei sta solo cercando di aiutare suo padre nell'eludere gli obblighi assunti verso gli altri creditori.

Ad esempio, un estratto conto che dimostri il versamento dal suo conto corrente a quello di suo padre. Mentre, non assumono alcun valore le scritture private, se non autenticate da un notaio.

Con la documentazione che accerta il credito, a data certa e di importo quantificabile, potrà ricorrere per decreto ingiuntivo, e quindi procedere al pignoramento della stipendio di suo padre.

18 giugno 2012 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento
pignoramento presso terzi
pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mutuo - cambio o sostituzione
Cosa è il cambio o sostituzione del mutuo Il cambio del mutuo è la possibilità che il mutuatario esercita al fine di usufruire di condizioni finanziarie più favorevoli ed eventualmente di ottenere anche liquidità per soddisfare sopraggiunte necessità finanziarie. In questo caso è possibile estinguere il vecchio mutuo per accenderne ...
Omesso versamento dei tributi - Quando può essere invocata la causa di forza maggiore
E' onere del debitore fornire la prova che non sia stato altrimenti possibile reperire le risorse economiche e finanziarie necessarie a consentirgli il corretto e puntuale adempimento delle obbligazioni tributarie; pur avendo posto in essere tutte le possibili azioni, anche sfavorevoli per il suo patrimonio personale, dirette a consentirgli di ...
Omesso versamento IVA - Quando il fatto non costituisce reato
La disciplina tributaria, in tema di omesso versamento dell'IVA, sanziona l'imprenditore che abbia omesso il versamento di tributi dichiarati, senza tuttavia distinguere tra i soggetti che hanno posto in essere tale condotta al solo scopo di appropriarsi di somme sottratte all'Erario e i soggetti che non siano riusciti a fare ...
Riuscire ad ottenere prestiti senza busta paga o garanzie economiche solide » E' davvero possibile oppure no? Approfondiamo la questione
Affrontare il tema dei prestiti è già di per se complicato: figuriamoci, addirittura, parlare oggi di prestiti senza busta paga o garanzie: si tratta di un aspetto davvero molto delicato. Come purtroppo tutti sappiamo, a causa della forte crisi economica che ha caratterizzato gli ultimi anni è diventato davvero molto ...
Pignoramento presso terzi - limiti di pignorabilità in sintesi
Sono impignorabili i crediti alimentari, i sussidi di povertà e maternità, le prestazioni di assistenza per malattia e infortunio sul lavoro ed in genere tutto quanto è finalizzato a soddisfare le esigenze primarie del debitore e dei suo familiari. L'articolo 545 del codice di procedura civile indica, nel dettaglio, tutti ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca