Quando interviene la prescrizione per i contributi INPS non versati?

I contributi Inps non versati relativi ad un collaboratore (amministratore unico) di una srl ricompensato semestralmente: a giungo (scadenza pagamento 16/072014) e dicembre (scadenza pagamento 16/01/2015) quando si prescrivono?

Termini di prescrizione per esigere il credito

Il diritto ad esigere il credito contributivo si prescrive entro cinque anni dal momento in cui i contributi avrebbero dovuto essere versati dall'obbligato.

Decadenza del potere di accertamento dell'evasione contributiva da parte dell'INPS

Per i contributi previdenziali dichiarati e non versati dall'obbligato, l'INPS ha l'obbligo di rendere esecutivi i ruoli (vale a dire l'accertamento del debito e l'affidamento al concessionario per la riscossione coattiva) entro il 31 dicembre dell'anno successivo al termine fissato per il versamento.

Per i contributi previdenziali emersi in seguito a denuncia da parte del beneficiario o comunicazione tardiva da parte dell'obbligato, l'INPS ha l'obbligo di rendere esecutivi i ruoli (vale a dire l'accertamento del debito e l'affidamento al concessionario per la riscossione coattiva) entro il 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui l'Istituto viene a conoscenza del debito (e comunque entro il termini di prescrizione quinquennale).

Per i contributi previdenziali emersi in seguito ad accertamenti d'ufficio, l'INPS ha l'obbligo di rendere esecutivi i ruoli (vale a dire l'accertamento del debito e l'affidamento al concessionario per la riscossione coattiva) entro il 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui viene notificato l'avviso di accertamento all'obbligato al versamento (e comunque entro il termine di prescrizione quinquennale).

Per i contributi previdenziali dovuti in seguito a gravame giudiziale, l'INPS ha l'obbligo di rendere esecutivi i ruoli (vale a dire l'accertamento del debito e l'affidamento al concessionario per la riscossione coattiva) entro il 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui la sentenza diviene definitiva.

23 aprile 2018 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

contributi inps
evasione fiscale e contributiva e/o omesso versamento degli importi dovuti
prescrizione contributi inps

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contributi non versati e decadenza - quando l'INPS non può più riscuotere il credito
Per i contributi ed i premi non versati e per gli accertamenti notificati successivamente alla data del 1 gennaio 2004 l'istituto ha l'obbligo di iscrivere il credito in ruoli resi esecutivi a pena di decadenza entro i  termini previsti dal decreto legislativo  46/99 art. 25 e 36 comma 6, come modificato ...
Prescrizione per i contributi INPS dovuti e non versati
La prescrizione è un evento estintivo del diritto di versare/recuperare i contributi, legato al decorso di un periodo di tempo determinato dalla legge. Entro il termine di prescrizione i contributi non versati possono essere validamente: pagati con regolarizzazione da parte del datore di lavoro (lavoro dipendente), o del lavoratore stesso ...
Prescrizione dei contributi previdenziali ed assistenziali
Per i contributi relativi a periodi precedenti l'entrata in vigore della legge 335/1995 (17 agosto 1995) il termine di prescrizione resta decennale nel caso di atti interruttivi compiuti dall'INPS anteriormente al 31 dicembre 1995, i quali valgono a sottrarre a prescrizione i contributi maturati nel decennio precedente l'atto interruttivo e ...
Congedi parentali - Come presentare la domanda all'INPS
La riforma del Testo Unico maternità/paternità consente ai genitori lavoratori o lavoratrici dipendenti di fruire dei periodi di congedo parentale residui fino a 12 anni di vita del figlio oppure fino ai 12 anni dall'ingresso in famiglia del minore adottato o affidato. Tale estensione è possibile per i periodi di ...
La prescrizione della cartella esattoriale resta triennale per la tassa automobilistica e quinquennale per i tributi locali e i contributi previdenziali
I contributi o premi dovuti agli enti pubblici previdenziali non versati dal debitore sono iscritti in ruoli resi esecutivi, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre dell'anno successivo al termine fissato per il versamento. In caso di denuncia o comunicazione tardiva o di riconoscimento del debito, tale termine decorre ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca