Quando il creditore non collabora e non consente al debitore di estinguere il debito

Avendo ricevuto garanzia per un finanziamento da parte di una associazione consumatori, per il fondo su sovraindebitamento e usura, è stato finalmente accettato e la banca aderente chiuderà questo finanziamento al mio posto.

Il problema nasce dal fatto che non riesco a ottenere il documento da parte della banca creditrice, su carta intestata, originale, con l indicazione del debito, la data entro la quale pagare e, ovviamente l’iban.

La mia agenzia dice di rivolgermi al recupero crediti, ma il recupero crediti mi da le indicazioni e basta. Quindi mi dice che è solo la mia agenzia a poter fornire tali documenti, la mia agenzia (Sardegna) mi dice di rivolgermi allora all’ Ufficio crediti insoluti, che non risponde a telefono, né mail ecc..io non so più cosa fare, per colpa di certi soggetti rischio di perdere questa opportunità dopo mesi di tribolazione. Aiutatemi per favore se sapete come posso agire per tutelare un mio diritto. Grazie

Quando il creditore rifiuti, senza un legittimo motivo, di ricevere il pagamento offertogli dal debitore o nel caso in cui il creditore non compia gli atti (cosiddetti preparatori) necessari al ricevimento della prestazione dovuta dal debitore (come nella fattispecie) è possibile rivolgersi ad un avvocato che notifichi alla controparte inadempiente un atto formale di diffida e messa in mora, con offerta dell’adempimento ex articolo 1208 del codice civile.

Se il creditore non collabora, il debitore non è più tenuto a corrispondere gli interessi e può anche richiedere il risarcimento dell’eventuale danno patito per la condotta del creditore, nonché il rimborso delle spese che sia costretto a sostenere dopo l’offerta.

Tuttavia, bisogna essere sicuri che il destinatario dell’atto di messa in mora sia il soggetto effettivamente titolare del credito (nel frattempo, infatti, potrebbe essere intervenuta una cessione): sotto questo aspetto, per ricostruire l’eventuale filiera, potrà essere utile contattare, anche telefonicamente, il creditore originario.

27 Settembre 2018 · Giorgio Martini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Vorrei pagare un debito ma non si sa chi è il creditore
A seguito di un debito verso la Banca per una carta di credito non pagata di originari 2500 euro, che ora sono diventati 3700, sono stato assillato prima dalla Banca stessa e poi da un recupero crediti, però non potevo chiedere nessun accordo perché già pago 800 euro per altro accordo preso sempre con la stessa agenzia di recupero crediti. Ora finalmente riesco tramite un garante ad avere un finanziamento e contatto la Società di recupero crediti che mi comunica di non avere più in gestione la pratica che mi riguarda. Chiamo quindi la Banca e mi viene detto di ...

Decreto ingiuntivo ottenuto a favore del creditore cedente - Può essere utilizzato dal creditore cessionario per escutere il debitore ceduto?
Vorrei sapere se un titolo di finanziamento viene ceduto a più recuperi credito nel tempo creando una filiera, se uno di questi ha fatto ingiunzione di pagamento passa direttamente al nuovo recupero crediti o deve rifare la procedura? ...

Quando il creditore può comunicare a terzi il mancato pagamento delle rate da parte del debitore
I dati relativi ad un contratto di finanziamento, anche di credito al consumo per l'acquisto di un veicolo, sono da qualificarsi come personali e non come dati sensibili: la lesione della riservatezza si ha se, detti dati, si portano a conoscenza di soggetti terzi, ma, nel caso in esame, la concessionaria è parte del contratto. Il codice della privacy, infatti, riporta tra i casi nei quali il trattamento dei dati può essere effettuato senza consenso quello in cui il trattamento stesso sia necessario per eseguire obblighi derivante da un contratto del quale è parte l'interessato o per adempiere, prima della ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Quando il creditore non collabora e non consente al debitore di estinguere il debito