Equitalia e conto Svizzero

Vorrei sapere se Equitalia ha la possibilità di bloccare un conto svizzero o eseguire prelievi forzosi da suddetto conto.

Premesso che il conto è assolutamente regolare e collegato alla mia onesta attività di commercio . Purtroppo nell'anno in corso a causa delle note difficoltà economiche ho dovuto mio malgadro saltare i versamenti inps , iva e irap per un totale di 5800€.

Saldare o rateizzare la somma in questo momento mi è impossibile .. e vorrei tirare avanti tutto il 2012 senza trovarmi improvvisamente il conto corrente bloccato, in attesa di tempi migliori.....

Anche sui conti correnti italiani non è che Equitalia possa fare prelievi.

Può perseguirla con una procedura di pignoramento esattoriale del conto corrente. Beninteso, a partire da sessanta giorni dopo la notifica di una cartella esattoriale rimasta impagata.

Dunque, se lei non è fra quelli che credono essere una "genialata" non recarsi all'ufficio postale per ritirare le comunicazioni in giacenza, avrà sicuramente contezza del momento a partire dal quale può cominciare a temere un'azione esecutiva.

Per quanto riguarda la Svizzera sono consentite azioni di pignoramento del conto corrente a fronte di reati penali (vedasi caso Mills, conto CIM Banca).

Non esistono fra Svizzera e Italia, al momento, particolari accordi di recupero crediti transfrontaliero, specie per quel che attiene i depositi in conto corrente.

In ogni caso, le cifre del debito in gioco sono, allo stato, abbastanza esigue per giustificare azioni di recupero crediti di questo tipo.

Piuttosto, dovrebbe preoccuparsi di eventuali interventi di Equitalia quali il fermo amministrativo su veicoli di proprietà, ipoteche su immobili, pignoramento presso terzi dei corrispettivi per eventuali forniture commerciali da lei effettuate.

15 febbraio 2012 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

conto corrente e libretto di deposito

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il creditore non può pignorare i versamenti del debitore finalizzati a ridurre lo scoperto in conto corrente
In tema di pignoramento del conto corrente, il creditore può direttamente pignorare somme che siano nella diretta disponibilità del proprio debitore, ma non può pignorare i singoli versamenti effettuati dal debitore prima e dopo il pignoramento e finalizzati a ridurre lo scoperto di conto corrente. In pratica se il conto ...
Annullato dal Tribunale il pignoramento del conto corrente invece del quinto della pensione
Accade a Pesaro dove un pensionato ha subito il pignoramento da Equitalia dell'intero conto corrente, invece della sola quota mensile prevista dalla legge. Con i conseguenti prevedibili disagi: nessuna risorsa per mangiare e pagare le bollette. I debiti del pensionato erano riconducibili a versamenti contributivi non effettuati all'INPS nel corso ...
Conto corrente cointestato » Non è scontato che le somme contenute siano divise al 50% tra i due cointestatari
In un conto corrente cointestato, non è scontato che le somme contenute siano divise al 50% tra i due cointestatari. Se un conto corrente bancario è cointestato, le giacenze che esso ospita si presumono appartenenti ai cointestatari in quote eguali; si tratta però di una presunzione vincibile mediante una prova ...
Conto corrente » Qualche espediente per difendersi dal pignoramento ordinario ed esattoriale
Pignoramento del conto corrente, sia esattoriale che ordinario: ecco qualche consiglio pratico per tutelarsi al meglio dai creditori. Quasi la maggioranza dei consumatori, nel nostro paese, possiede un conto corrente personale. Essere proprietari di un conto corrente, però, presenta diversi problemi. In primis, Il fisco, il quale, attraverso il monitoraggio ...
Non è possibile chiudere un conto corrente se è utilizzato per il pagamento delle rate di un prestito concesso dalla stessa banca
Abbiamo già avuto modo di vedere, in altri articoli, che è illegittimo il rifiuto della banca alla chiusura del conto corrente motivandolo con l'esistenza di un saldo negativo, dal momento che la giurisprudenza ha evidenziato che il diritto di recesso dai contratti a tempo indeterminato è riconosciuto al correntista ai ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca