Ha senso contrarre un debito per rendere lo stipendio impignorabile?

In riferimento al precedente quesito vorrei precisare che le ingiunzioni in Italia sono già esecutive ma non sono ancora a carattere europeo. E' auspicabile, allora, contrarre un debito in Portogallo o sottoscrivere una pensione integrativa che "impegni" il 20% rendendo così lo stipendio impignorabile? In ogni caso, avrò problemi ad accedere al credito in Portogallo?

E' stato già chiarito che un'azione esecutiva finalizzata al pignoramento del suo stipendio portoghese sarebbe soggetta alla giurisdizione italiana ed in particolare alla nostra normativa di pignoramento presso terzi.

In quest'ottica, potrebbe in qualche modo (e quindi, esclusivamente per la durata del piano di rientro) proteggerla da un eventuale pignoramento avviato da creditori ordinari (privati in genere, comprese banche e finanziarie) solo un pignoramento per crediti di natura ordinaria già in corso.

Rimarrebbe comunque scoperta la quota pignorabile per crediti esattoriali (quelli vantati dalla Pubblica Amministrazione).

Per rendere completamente (ma sempre temporaneamente) immune lo stipendio dagli effetti di azioni esecutive promosse dai creditori, occorrerebbe sottoscrivere un prestito per cessione del quinto e subire un pignoramento per crediti alimentari (assegno di mantenimento al coniuge) per almeno il 30% dello stipendio netto percepito.

La possibilità di poter soddisfare entrambe le esigenze sembrerebbe a lei preclusa: la prima perché non può ottenere una prestito dietro cessione del quinto in Portogallo, erogato conformemente alla normativa italiana di applicazione; la seconda perché, stante la situazione riportata, difficilmente alla sua signora potrebbe essere riconosciuto un congruo assegno di mantenimento in caso di separazione personale o divorzio.

2 aprile 2018 · Ludmilla Karadzic

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca