Come proteggere i beni presenti in casa dal pignoramento presso la residenza del debitore

Vivo con la mia ex moglie che mi ha messo a disposizione una stanza: la mia residenza risulta quindi presso di lei, che voglio tutelare a fronte di azioni nei miei confronti.

Quali documentazioni da registrare debbo redigere? Ci sono stampati a cui posso riferirmi ? Oppure ho bisogno di un avvocato?

Desidero proteggerla anche per quanto riguarda i beni mobili contenuti nella casa e non nella sola stanza a mia disposizione.

Deve semplicemente stipulare un contrattino di comodato d’uso, ristretto ad uno specifico locale arredato dell’appartamento (meglio se con planimetria allegata ed identificazione dell’ambiente riservato all’ospite), con l’elenco del mobilio installato nello spazio ad uso esclusivo e indicazione dei servizi comuni concessi in uso condiviso. Il contratto va poi registrato all’Agenzia delle Entrate.

Tuttavia, va ricordato che l’ufficiale giudiziario non è tenuto necessariamente a prendere visione della documentazione esibita dal debitore escusso (attività che è, infatti, delegata esclusivamente al giudice): infatti, in un eventuale pignoramento presso la residenza del debitore vige il principio di presunzione legale di proprietà, nel senso che tutto quanto di pignorabile è rintracciabile presso la residenza (o il domicilio) del debitore viene ritenuto (presuntivamente) essere di proprietà del debitore. E, la residenza è formalmente estesa a tutti i locali indicati nella certificazione anagrafica.

Per capirci, ove mai, nonostante l’esibizione del contratto di comodato registrato in data certa (prima della notifica dell’atto di pignoramento), l’ufficiale giudiziario procedesse comunque al pignoramento di mobili, suppellettili ed elettrodomestici concessi in uso al debitore sottoposto ad azione esecutiva, il proprietario effettivo (la sua ex moglie) dovrà ricorrere (con il supporto di un avvocato) al giudice dell’esecuzione del tribunale territorialmente competente per chiedere, ed ottenere, la liberazione dei beni pignorati.

14 Giugno 2019 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Valenza giuridica di un contratto di comodato dei beni presenti presso la residenza del debitore in caso di pignoramento
In occasione di un pignoramento presso la propria residenza, il debitore esibisce all'ufficiale giudiziario un contratto di comodato, registrato in data anteriore al pignoramento, dal quale risulta che tutti i beni mobili, ivi presenti, appartengono ad un terzo. L'ufficiale giudiziario, alla luce della sentenza della Corte di Cassazione numero 23625 del 20 dicembre 2012, non può comunque esimersi dal procedere al pignoramento. All'effettivo proprietario resta la possibilità di ricorrere allo strumento processuale dell'opposizione del terzo all'esecuzione. ...

Difesa per pignoramento Equitalia presso la residenza del debitore: a chi intestare i beni mobili?
Mio marito era amministratore di una sas che negli anni ha accumulato diverse centinaia di migliaia di euro in debiti IVA, IRAP e attualmente, avendo ricevuto visita da Equitalia è stato costretto a chiudere l'attività. Un verbale di pignoramento dei beni dell'azienda è stato già notificato, mentre un verbale di pignoramento dei beni personali è in arrivo. Noi siamo sposati in separazione dei beni, l'unica casa è intestata a me così come le due auto. Alcuni mobili della casa sono stati acquistati da me oltre 10 anni fa, altri mobili ci sono stati regalati (oltre 10 anni fa). Poi ovviamente ...

Mio padre indebitato e nullatenente vive con me - Possono pignorare i beni presenti a casa mia?
Mio padre libero professionista, ha problemi con il fisco derivanti da tasse sul lavoro non pagate (Irpef, IVA ed altro): l'ammontare di tutto verte sui 30 mila euro, debiti assunti per il sostentamento della famiglia. Mia madre casalinga guadagna qualcosa con qualche lavoretto in nero, mio fratello lavora a tempo indeterminato presso un'azienda e io spero che il lavoro che sto facendo (stage per ora) si mantenga. La casa in cui vivo è intestata a me tramite donazione da parte di mia nonna e mio padre è solo residente, le uniche cose a lui intestate sono l'utenza della rete elettrica ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Come proteggere i beni presenti in casa dal pignoramento presso la residenza del debitore