Proroga del termine di 18 mesi nei quali l’acquirente deve trasferire la propria residenza nell’appartamento acquistato per poter fruire delle agevolazioni fiscali prima casa


Acquistato appartamento il 12 ottobre 2019, intestato direttamente a figli minori, per usufruire del beneficio fiscale Prima Casa, si deve cambiare residenza entro i 18 mesi dall’acquisto: secondo il calcolo ordinario dei 18 mesi, avrei tempo fino al 12 aprile 2021 nel cambio di residenza in questo appartamento.

Ma con la proroga qual è il tempo utile per poter usufruire del beneficio?

L’acquisto risale al periodo precedente al 23 febbraio 2020, data in cui è stata enunciata tale proroga.

L’articolo 24 del decreto legge 23/2020 (e successive modifiche) stabilisce che è sospeso, nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2021, il termine per il computo di 18 mesi entro i quali è necessario trasferire la propria residenza nelle nuova abitazione acquistata al fine di fruire delle agevolazioni fiscali prima casa.

Quindi, nel computo dei 18 mesi non bisogna tener conto del periodo compreso fra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2021. Nel caso specifico, per lei, essendo trascorsi solo 4 mesi e cinque giorni dall’acquisto al 23 febbraio 2020, il conteggio riprenderà il primo gennaio 2022.

16 Marzo 2021 · Giorgio Valli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Proroga del termine di 18 mesi nei quali l’acquirente deve trasferire la propria residenza nell’appartamento acquistato per poter fruire delle agevolazioni fiscali prima casa