Proroga del termine di 18 mesi nei quali l’acquirente deve trasferire la propria residenza nell’appartamento acquistato per poter fruire delle agevolazioni fiscali prima casa

Acquistato appartamento il 12 ottobre 2019, intestato direttamente a figli minori, per usufruire del beneficio fiscale Prima Casa, si deve cambiare residenza entro i 18 mesi dall’acquisto: secondo il calcolo ordinario dei 18 mesi, avrei tempo fino al 12 aprile 2021 nel cambio di residenza in questo appartamento.

Ma con la proroga qual è il tempo utile per poter usufruire del beneficio?

L’acquisto risale al periodo precedente al 23 febbraio 2020, data in cui è stata enunciata tale proroga.

L’articolo 24 del decreto legge 23/2020 (e successive modifiche) stabilisce che è sospeso, nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2021, il termine per il computo di 18 mesi entro i quali è necessario trasferire la propria residenza nelle nuova abitazione acquistata al fine di fruire delle agevolazioni fiscali prima casa.

Quindi, nel computo dei 18 mesi non bisogna tener conto del periodo compreso fra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2021. Nel caso specifico, per lei, essendo trascorsi solo 4 mesi e cinque giorni dall’acquisto al 23 febbraio 2020, il conteggio riprenderà il primo gennaio 2022.

16 Marzo 2021 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Decadenza agevolazioni fiscali prima casa - Va considerata come causa di forza maggiore la circostanza in cui il contribuente non trasferisce, nel termine di 18 mesi, la propria residenza nel Comune ove è ubicato l'immobile acquistato perchè questo risulta abusivamente occupato
La giurisprudenza della Corte di cassazione è concorde nel ritenere che per la fruizione dei benefici cosiddetti prima casa, previsti in caso di acquisto di immobile in altro Comune, il compratore è tenuto a trasferirvi la propria residenza entro 18 mesi dall'acquisto; e detto trasferimento di residenza è un elemento costitutivo del beneficio richiesto e provvisoriamente accordato e costituisce per il contribuente un preciso obbligo, che egli assume nei confronti del fisco. Tuttavia occorre pur sempre tener conto di eventuali ostacoli nell'adempimento di tale obbligazione, caratterizzati dalla loro inevitabilità, imprevedibilità e non imputabilità alla parte obbligata. Il mancato trasferimento della ...

Agevolazioni fiscali prima casa - In regime di comunione dei beni, per fruire del beneficio, è sufficiente che uno solo dei due coniugi trasferisca la residenza nel Comune in cui è ubicato l'immobile acquistato
In tema di agevolazioni fiscali per l'acquisto della prima casa, l'acquirente si obbliga a trasferire la propria residenza entro diciotto mesi dal rogito notarile nel Comune in cui l'immobile è ubicato. Tuttavia, come hanno ribadito i giudici della Corte di cassazione (sentenza 1494/16) il requisito della residenza, nel caso di coniugi in regime di comunione dei beni, va riferito alla famiglia, per cui ove l'immobile venga adibito a residenza, non rileva la diversa residenza di chi ha acquistato: in particolare occorre osservare che i coniugi non sono tenuti ad una comune residenza anagrafica, ma reciprocamente alla coabitazione. Quindi una interpretazione ...

Acquisto di un immobile all'asta? » Ecco quali sono i requisiti per poter fruire delle agevolazioni
Vi spieghiamo quali sono i requisiti per poter fruire delle agevolazioni nel caso dell'acquisto di un immobile tramite asta. La legge di stabilità 2017 ha prorogato al 30 giugno 2017 (e non più al 31 dicembre) le agevolazioni fiscali per l'acquisto di una casa tramite asta. Dunque, chi decide di comprare un immobile può usufruire di un'imposta di registro, ipotecaria e catastale fissa di 200 euro. Ma per poter godere del bonus è necessario che ci siano determinate condizioni In sostanza, l'acquirente deve essere un'impresa che lo acquisti nell'ambito della sua attività professionale e lo rivenda entro due anni dall'acquisto. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Proroga del termine di 18 mesi nei quali l’acquirente deve trasferire la propria residenza nell’appartamento acquistato per poter fruire delle agevolazioni fiscali prima casa