Proposta transattiva a saldo stralcio - Potreste fornirmi chiarimenti in proposito?

Sto cercando di arrivare ad un accordo di saldo e stralcio con una società di recupero crediti ma ho 2 dubbi a riguardo

1) loro inseriscono questa frase nella proposte che dovrei sottoscrivere:

E' fatto salvo, altresì, l'obbligo di rimborsarVi le somme che fossero state dalla Vs Mandante o da Voi, in qualità di mandatari, incassate in pagamento dell'obbligazione garantita e che dovessero essere restituite a seguito di annullamento, inefficacia o revoca dei pagamento o per qualsiasi altro motivo.

Io non capisco il significato, potete chiarirmelo?

2) Nella mail che mi hanno inviato mi scrivono in calce che sottoporranno la mia proposta alla banca con cui inizialmente ho sottoscritto il finanziamento per cui oggi mi trovo a chiedere lo stralcio; se la mail proviene da una società che già nel nome ha recupero credi ecc. ecc. perché mai dovrebbe sottoporre la mia proposta alla prima banca?

Cominciamo a rispondere alla seconda domanda: il soggetto con cui lei ha trattato non è una società di recupero crediti cessionaria (cioè che ha acquistato il credito dalla banca) ma semplicemente una mandataria, ovvero una società che ha ricevuto dalla banca il mandato di riscuotere il credito dal debitore.

Questo spiega perché una volta che la mandataria abbia concordato con il debitore i termini dell'accordo transattivo a saldo stralcio la proposta, pur rientrando evidentemente nei limiti del mandato ricevuto, dovrà essere sottoposta, comunque, all'approvazione dell'effettivo creditore (il mandante, ovvero la banca).

Per quanto riguarda la prima domanda, a nostro parere il testo corretto è quello che segue: E' fatto salvo, altresì, l'obbligo di rimborsarVi le somme che fossero state dalla nostra mandante o da noi, in qualità di mandatari, incassate in pagamento dell'obbligazione garantita e che dovessero essere restituite a seguito di annullamento, inefficacia o revoca dei pagamento o per qualsiasi altro motivo.. Con tale clausola la banca si impegna a rimborsare al debitore le somme che egli eventualmente dovesse corrispondere nell'eventualità che il credito fosse successivamente dichiarato inesistente o viziato (ad esempio in seguito ad un'azione giudiziale del debitore stesso).

21 maggio 2017 · Loredana Pavolini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accordo transattivo a saldo stralcio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Accordo a saldo stralcio - Come deve essere redatto il testo della quietanza liberatoria
Quando il debitore non rispetta il piano di rimborso del prestito che gli è stato erogato e successivamente raggiunge un accordo transattivo a saldo stralcio con la società di recupero cessionaria del credito, particolare cautela va riservata alle modalità con cui deve essere redatta la quietanza liberatoria. Soprattutto se si ...
Accordo a saldo stralcio in caso di leasing
Il leasing è la tipologia di credito con la quale è più difficoltoso arrivare a transare un saldo e stralcio, in quanto la società erogante ha il coltello dalla parte del manico, costituito dalla possibilità di recuperare il bene velocemente - e se il debitore rifiuta di riconsegnarlo c'è la ...
Accordo a saldo stralcio, debito rinunciato e illegittima segnalazione in Centrale Rischi - Il punto di vista dei giudici romani
Assume una chiara valenza transattiva l'accordo a saldo stralcio concluso con la banca, se quest'ultima, pur facendo riferimento - nella quietanza liberatoria - al debito originario parzialmente rimborsato, dichiara testualmente che l'obbligazione è stata integralmente estinta, con riferimento quindi anche alla quota eventualmente non escussa. In pratica, ciò vuol dire ...
Accordo transattivo a saldo stralcio - Illegittima la segnalazione in Centrale rischi per un debito rinunciato
Com'è noto, le disposizioni che regolano le modalità e i presupposti delle segnalazioni nelle Centrali Rischi, pubbliche e private, prevedono che il creditore (banca, finanziaria e società di recupero crediti) anche quando addiviene ad una definizione transattiva, sia sempre tenuto a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte dell'importo ...
Recupero crediti - L'accordo a saldo stralcio non integra una transazione novativa
Spesso il debitore perfeziona con il creditore (banca, finanziaria o società di recupero crediti) un accordo transattivo a saldo stralcio che prevede un notevole abbattimento dell'importo originario dovuto (gravato dagli interessi di mora) ed un piano di rientro rateale. Capita, talvolta, che il debitore non riesca, comunque, a tener fede ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca