Proporre appello per rimandare pignoramento stipendio?

Argomenti correlati: ,

Ho fatto causa ad una banca, e tra poco uscirà la sentenza di primo grado che mi vedrà parzialmente vincitore -non voglio nemmeno accennare agli addebiti di spese non regolari che questi personaggi hanno posto in essere sul mio conto corrente-, ma mi obbligherà ugualmente a risanare i conti per circa 90 mila euro. Ora, premesso che dovrò comunque un giorno corrispondere l’importo, è possibile rimandare il pignoramento del mio stipendio (non ho altri beni intestati), ricorrendo all’opposizione subito dopo la sentenza di primo grado, oppure potranno prendersi la fetta del quinto ugualmente? Grazie!

la legge prevede che tutte le sentenze in primo grado siano provvisoriamente esecutive e possano dare origine alla riscossione coattiva: ciò significa che la banca, pur soccombente in primo grado, può immediatamente iniziare la procedura esecutiva sui beni del debitore per recuperare le somme riconosciutegli (anche parzialmente) dal giudice.

In pratica, la banca potrebbe dare avvio al pignoramento prima della pronuncia della sentenza di appello.

La proposizione dell’appello non è sufficiente, quindi, ad impedire il pignoramento dello stipendio. Il pignoramento dello stipendio, tuttavia, può essere bloccato temporaneamente (fino alla pronuncia del giudizio di secondo grado) con uno specifico provvedimento del giudice (chiamato “sospensiva”), in grado di congelare l’azione esecutiva del creditore.

La sospensiva viene concessa dal giudice di secondo grado, su richiesta dell’appellante, contestualmente alla proposizione dell’appello, quando ricorrano gravi e fondati motivi. In parole semplici, il giudice accorda la sospensiva solo se, dopo una prima valutazione, ritiene fondate le ragioni dell’appellante (fumus bonis iuris) oppure quando ritiene che l’esecuzione forzata potrebbe comportare conseguenze economiche gravissime e irreversibili per il debitore (non è il suo caso – la fattispecie ricorre nella circostanza di espropriazione della casa, tanto per fare un esempio).

D’altra parte, per decidere se accordare, o meno, la sospensiva, il giudice deve tener conto anche delle ragioni della parte resistente. La banca potrebbe opporsi argomentando il già quasi infinito lasso di tempo necessario per il rimborso di un debito che si aggira intorno ai 90 mila euro attraverso una rata mensile pari al quinto dello stipendio, per quanto elevatissimo possa essere quest’ultimo.

6 Giugno 2014 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento sullo stipendio da Serit sicilia
può la serit sicilia fare un secondo pignoramento sullo stipendio, premesso che esiste già la cessione del quinto più un primo pignoramento sembre da parte della serit. ...

Circa un anno fa mi hanno notificato un precetto seguito da pignoramento stipendio e tfr
Circa un anno fa mi hanno notificato precetto di 8 mila e 150 euro euro poi seguito da pignoramento presso terzi. Ma hanno sbagliato la notifica perchè non notificato nella città dove risiede l'azienda quindi il giudice rigetta. Dopo 15 giorni mi viene notificato il precetto ma questa volta è di circa 8.900 euro. Possono farlo visto che l'errore l'hanno fatto loro?. Poi mi è stato pignoramento il quinto dello stipendio per un totale di 12.000, questa è la somma che dovrò restituire o e il giudice a decidere? Nell'udienza fra un mese, posso chiedere al giudice una riduzione visto ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Proporre appello per rimandare pignoramento stipendio?