Procuratore stragiudiziale minaccia di ipoteca su immobile ereditato insieme a madre, fratelli e sorelle – C’è da credergli?

Qualche giorno fa sono stato da un procuratore stragiudiziale, il quale mi ha proposto un piano di rientro ovviamente tramite cambiali: al mio rifiuto mi ha detto che era a conoscenza della mia situazione patrimoniale. Non ha parlato della mia casa di cui sto pagando il mutuo, ma quella dei miei genitori, dato che dopo la morte di mio padre risulto erede di una parte di proprietà. Ma ancora mia madre è in vita e poi c’è un fratello e una sorella. Questo procuratore ha citato anche il nome di mia sorella dicendo che ci sono probabilità che la finanziaria metta l’ipoteca sulla casa della mia famiglia e in futuro mia sorella o fratello non possono vendere la casa.

Purtroppo devo risponderle che il procuratore stragiudiziale le ha illustrato situazioni e scenari verosimili: evidentemente è stata effettuata una indagine patrimoniale su di lei, soggetto debitore, il che depone anche per una certa professionalità del creditore ed una molto probabile determinazione ad avviare azione esecutiva nei suoi confronti.

I registri immobiliari servono proprio per questo: verificare, fra l’altro, la proprietà di un immobile o la ripartizione delle quote fra i comproprietari: si tratta di archivi pubblici a cui è, naturalmente, legittimo accedere.

Una eventuale ipoteca iscritta sull’immobile ereditato ne impedirà la vendita se non verrà prima saldato il debito per cui essa è stata iscritta.

Il suggerimento è di sottoscrivere il piano di rientro cambializzato con la consapevolezza ulteriore che eventuali successive inadempienze, con il protesto delle cambiali, consentiranno al creditore un’azione esecutiva ancora più incisiva e rapida di quella che dovrebbe condurre adesso.

27 Maggio 2017 · Patrizio Oliva

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Possono impugnare il testamento fratelli, sorelle e nipoti del genitore che nomina erede universale l'unico figlio?
Vorrei sapere se, essendo figlia unica erede legittimaria, nessuno dei parenti laterali può agire contro di me, alla morte di mia madre vedova, impugnare il testamento in cui mi nomina erede universale. Il notaio dice che nessuno ha voce in capitolo, zii e cugini non contano niente. Io ho paura perché sono in brutti rapporti con mio cugino, figlio del fratello di mia madre che voleva una parte, ma mia mamma non gli darebbe niente e non vorrei che un giorno si inventasse che potrei aver influenzato mia madre. Il notaio dice che lui non può aprire bocca, non conta ...

Immobile ereditato da più coeredi di cui uno debitore esattoriale
Mio fratello ha circa 140 mila euro di debiti con Equitalia: al momento possiede due proprietà ma sono terreni non case, ma quando i nostri genitori verranno a mancare erediteremo la loro casa che sarà quindi da dividere tra noi due fratelli. Volevo sapere: la casa è di mio padre ma qualora dovesse mancare solo lui mia mamma potrebbe rimanerci ho la parte di mio fratello verrebbe immediatamente pignorata? Quando non ci saranno più entrambi Equitalia può pignorare solo la proprietà di mio fratello? Come fa a dividere una casa? Ci sono delle soluzioni per evitare il tutto ? ...

Mutuo cointestato tra madre e due fratelli proprietari degli immobili gravati da ipoteca - Ripartizione fra i coeredi (4) del debito della genitrice defunta
Ho ereditato dopo la morte di mia madre due mutui cointestati con due miei fratelli, tenuto presente che sono intestatari delle casa e che siamo 4 fratelli, volevo sapere che percentuale di mutuo mi devo accollare. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Procuratore stragiudiziale minaccia di ipoteca su immobile ereditato insieme a madre, fratelli e sorelle – C’è da credergli?