Procuratore stragiudiziale minaccia di ipoteca su immobile ereditato insieme a madre, fratelli e sorelle - C'è da credergli?

Qualche giorno fa sono stato da un procuratore stragiudiziale, il quale mi ha proposto un piano di rientro ovviamente tramite cambiali: al mio rifiuto mi ha detto che era a conoscenza della mia situazione patrimoniale. Non ha parlato della mia casa di cui sto pagando il mutuo, ma quella dei miei genitori, dato che dopo la morte di mio padre risulto erede di una parte di proprietà. Ma ancora mia madre è in vita e poi c'è un fratello e una sorella. Questo procuratore ha citato anche il nome di mia sorella dicendo che ci sono probabilità che la finanziaria metta l'ipoteca sulla casa della mia famiglia e in futuro mia sorella o fratello non possono vendere la casa.

Purtroppo devo risponderle che il procuratore stragiudiziale le ha illustrato situazioni e scenari verosimili: evidentemente è stata effettuata una indagine patrimoniale su di lei, soggetto debitore, il che depone anche per una certa professionalità del creditore ed una molto probabile determinazione ad avviare azione esecutiva nei suoi confronti.

I registri immobiliari servono proprio per questo: verificare, fra l'altro, la proprietà di un immobile o la ripartizione delle quote fra i comproprietari: si tratta di archivi pubblici a cui è, naturalmente, legittimo accedere.

Una eventuale ipoteca iscritta sull'immobile ereditato ne impedirà la vendita se non verrà prima saldato il debito per cui essa è stata iscritta.

Il suggerimento è di sottoscrivere il piano di rientro cambializzato con la consapevolezza ulteriore che eventuali successive inadempienze, con il protesto delle cambiali, consentiranno al creditore un'azione esecutiva ancora più incisiva e rapida di quella che dovrebbe condurre adesso.

27 maggio 2017 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cambializzazione del debito residuo
eredità e successione
ipoteca giudiziale

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Eredità - Quando il chiamato debitore muore prima di accettare o rinunciare
Famiglia con madre padre e due fratelli: muore prima la madre e i figli diventano eredi, senza aver fatto la successione in quanto nel loro caso non necessaria, in quanto sono presenti poche migliaia di euro presenti su un conto in comune con la madre e basta, niente case ne ...
Miserie umane ed eredità - spese del funerale e crediti alimentari
Padre, madre e fratelli coltelli. Muoiono i genitori, uno dei fratelli paga i funerali, poi si rivolge al tribunale per ottenere dall'altro la metà delle spese sostenute. Secondo il ricorrente, infatti, è pacifico che le spese funerarie siano da ricomprendersi fra i pesi ereditari e, pertanto, il coerede che le ...
Diritto di acquistare l'immobile della PA condotto dal genitore - Non può esercitarlo l'erede che non convive anagraficamente con il defunto al momento del decesso
In tema di dismissione del patrimonio locato della Pubblica Amministrazione, l'assenza della pregressa abituale convivenza dell'erede osta alla successione mortis causa nella detenzione qualificata ed all'esercizio del diritto di opzione di compravendita del bene. Infatti, l'abituale convivenza dell'erede con il conduttore defunto va accertata alla data del decesso, essendo la ...
Diritto di abitazione » Alla morte del padre la madre comproprietaria può far cacciare di casa il figlio che non contribuisce alle spese
Diritto di abitazione: morto il padre, la madre comproprietaria può far cacciare di casa la figlia che non contribuisce alle spese. In questi casi scatta, infatti, l'ordine di rilascio dell'immobile: se è intollerabile la convivenza, il diritto del coniuge superstite prevale sul compossesso della figlia che ha già redditi propri. ...
Mantenimento » Figlia vive sola? Madre perde assegno e casa familiare
In tema di separazione, nel caso il figlio affidato andasse a vivere da solo, la madre affidataria perderebbe l'ex casa familiare e il mantenimento della ragazza corrisposto dall'ex coniuge obbligato. Questo importante principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 24510/2013, ha stabilito che: L'avvenuta ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca