Procedura di sospensione dal lavoro e presunta violazione della privacy del dipendente in merito alla comunicazione degli esiti

Argomenti correlati:

Dopo quasi 7 anni per motivi di salute aggravatasi proprio per il turno di notte, ho chiesto visita straordinaria dal medico competente per l’esonero del turno notturno obbligata a farlo dal datore di lavoro: dovevo ricevere l’esito della visita ma da alcune colleghe (attualmente io sono in malattia) ho saputo che sono stata sospesa per 3 mesi e non posso più fare la notte, come riferito dalla responsabile di struttura. Quindi ho scritto chiedendo spiegazioni mi è stato riferito che mi sono state inviate due mail ma io non le ho ricevute nel modo più assoluto. Mi potete cortesemente consigliare poiché vengono date informazioni che secondo me sono strettamente personali e comunque a mia insaputa?

Se lei contesta l’esito della procedura di sospensione, possiamo dire che essa avrebbe dovuto essere comunicata formalmente con raccomandata AR e non attraverso una sistema di posta elettronica aziendale a meno che non si tratti di un sistema di posta certificato per entrambe le terminazioni (ufficio del personale e lavoratore dipendente). Se vogliamo, non avrebbe nemmeno dovuto interpellare la controparte.

Per quanto attiene le presunte violazione della privacy da segnalare, eventualmente, agli organi competenti, queste vanno documentate e non possono essere denunciate sulla base di pettegolezzi riportati verbalmente da colleghe di lavoro (a meno che non si vogliano coinvolgerle direttamente e siano disponibili a riferire delle modalità con cui hanno appreso le notizie che la riguardano).

31 Luglio 2019 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Datore di lavoro che ignora diffida del dipendente - Preventivo tentativo di conciliazione presso Ispettorato del lavoro e successivo contenzioso innanzi al giudice del lavoro
Può un datore di lavoro non rispondere ad una lettera di diffida di un avvocato che chiede ricollocazione del lavoratore che gli venne imposta l'aspettativa non retribuita e risarcimento del danno allorché il lavoratore chiese esclusivamente l'esonero del turno di notte. Come si ci comporta in questi casi? ...

Pignoramento dello stipendio presso il mio ex datore di lavoro - Violazione della privacy?
Mi è stata consegnata una raccomandata da parte di un avvocato che rappresenta la banca che ha acquistato il mio debito, in cui vengo condannato a pagare il debito e relativi interessi e ciò dovrebbe avvenire tramite cessione del quinto del mio stipendio. L'unico difetto di tutta questa storia è che io non ho un lavoro da almeno 18 mesi e la lettera fa riferimento proprio a quest'ultimo lavoro. Una copia con tutti i miei dati, gli importi, le modalità e la sentenza è stata recapitata anche al mio ex datore di lavoro per avvisarlo che sarebbe stata attivata la ...

Sospensione del medico competente per inidoneità alla mansione
Come è possibile che fino al 22 luglio ho fatto la notte (fissa tra l'altro) e il 26 luglio per aver chiesto l'esonero della notte mi sono ritrovata nel giudizio del medico competente oltre alle limitazioni esistenti la sospensione per 3 mesi alla mansione ho fatto ricorso al servizio sicurezza e prevenzione Asl ma mi è stato subito detto che nn è il medico a dare la sospensione ma il datore di lavoro. Sinceramente non so come farò senza stipendio tre mesi perché è chiaro che non sarò retribuita: per cortesia un vostro consiglio.Grazie. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Procedura di sospensione dal lavoro e presunta violazione della privacy del dipendente in merito alla comunicazione degli esiti