Procedimento di esecuzione per parcheggio non pagato in Croazia - Cosa devo fare?

Ho ricevuto ieri un procedimento di esecuzione per un parcheggio non pagato a Vodice in Croazia il giorno 13 Agosto 2016. In effetti io ero nella località ma non ho trovato nessun avviso di infrazione. Ora un avvocato Shain Pacheco Vinkovic di Pola a fronte di una infrazione di 170 kune (circa 23 euro) mi intima di pagare entro 8 giorni 176,89 euro. A questa cifra si arriva sommando l'omesso pagamento del parcheggio, 32,75 euro per spese traduzione, 86,20 euro per visura al PRA, 20,68 per sapere dove abito e 13,79 euro per la notifica.

Qualora non pagassi mi minacciano di adire alla Magistratura croata per la tutela dei loro interessi senza ulteriori avvisi. Allegata c'è una foto della mia auto con un foglietto sul parabrezza che io non ho trovato, la data ma non l'orario. Cosa devo fare?

Provi a leggere gli altri articoli collezionati in questa sezione e questo post.

Poi, esaminati i pro e i contro di ciascuna opzione (pagare o non pagare) potrà decidere, con calma, il da farsi.

14 settembre 2017 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

decreto ingiuntivo da Croazia Serbia a altri paesi est europei per divieto di sosta ticket parcheggio o pedaggio autostradale non pagati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Multa per parcheggio in zona blu senza esposizione del ticket - Si può contestare l'illegittimità dell'ordinanza istitutiva del parcheggio a pagamento ma non quella eventuale della delibera di concessione del servizio
Nel giudizio d'opposizione ad ordinanza ingiunzione avente ad oggetto l'irrogazione di sanzioni amministrative per violazione del codice della strada, il giudice ordinario ha il potere di sindacare incidentalmente, ai fini della disapplicazione, soltanto gli atti amministrativi posti direttamente a fondamento della pretesa sanzionatoria. Pertanto, ove sia stata irrogata una sanzione ...
Risarcimento per furto auto » Obbligato il gestore del parcheggio incustodito ma non segnalato
Il gestore è tenuto al risarcimento del furto dell'auto del proprio cliente se non scrive all'ingresso che il parcheggio non è custodito. Infatti, deve ribadirsi che l'istituzione da parte dei Comuni, previa deliberazione della Giunta, di aree di sosta a pagamento non comporta l'assunzione dell'obbligo del gestore di custodire i ...
Strisce blu - quando la multa per omessa esposizione del ticket è illegittima
Qualora il Comune assuma l'esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione, ovvero disponga l'installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o ...
Condominio » Illegittimo il parcheggio nel cortile in comproprietà
Condominio » Illegittimo il parcheggio nel cortile in comproprietà Condominio: è illegittimo il parcheggio nel cortile in comproprietà. Infatti, è illegittimo il parcheggio nel cortile di comproprietà se impedisce il passaggio nei vani di uno dei condomini: l'uso della cosa comune da parte di ciascun partecipante non può essere ostacolato ...
Comunicazione dati conducente - non obbligatoria se la multa è notificata oltre il termine dei 90 giorni
Quando non c'è contestazione immediata della multa e l'infrazione commessa è sanzionata con la decurtazione dei punti patente, il verbale viene notificato  al proprietario del veicolo il quale ha l'obbligo,  entro 60 giorni dalla notifica, di comunicare  i dati dell'effettivo trasgressore per poter procedere nei suoi confronti. La mancata comunicazione dei ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca