Problemi sull'antiriciclaggio e appartamento

salve,

un mese fa ho acquistato un appartamento che è costato 55000 euro, con il venditore abbiamo deciso di pagare con assegni circolari non trasferibili, il problema è questo io non ho un conto corrente in banca e non volevo perdere l'acquisto dell'appartamento (era un affare) quindi con i contanti sono andato in banca dove il venditore ha il suo contocorrente ed ho fatto in due giorni diversi alternati di cinque giorni due assegni circolari non trasferbili intestati al venditore di 10000 euro l'uno poi il cassiere e il direttore della banca ci avvertirono che potevamo rischiare la segnalazione all'agenzia dell'entrate (per la legge dell'antiriciclaggio) cosi ho interrotto subito poi ho continuato a farli da 2500 euro come ci aveva consigliato il direttore della banca e di farli in banche diverse, ne ho fatti 14 assegni da 2500 euro facendone due al giorno. ora ho un pò di PAURA di rischiare qualche multa, mi sono informato e credo di rischiare addirittura il 40% di multa. è vero?
se rischio di pagare una multa io come mi posso difendere? e poi addirittura i 40%, ho solo acquistato un appartamento (con un rogito notarile) per andare finalmente a vivere per conto mio!!! ma siamo in una dittattura!
ne ho fatti due assegni da 10000euro (questi sono multabili)?
e 14 assegni da 2500euro fatti in 7 giorni due al giorno (questi sono multabili)?
ora una persona onesta e incensurata per comprare una casa deve per forza aprire un conto in banca?
io sono giovane è innocupato i soldi li ho risparmiati facendo dei lavori ed altri regali e prestiti da parte dei miei genitori e mio nonno, rischio anche qualche reato di evasione fiscale?
come mi posso difendere?
c'è una pescrizione per queste cose?
grazie!

Su dove siano finiti i soldi non c'è alcun problema a dimostrarlo. C'è il rogito e la casa.

Con le segnalazioni antiriciclaggio per prelievi continuati e superiori ai 2500 euro si cerca di capire, più che altro, da dove i soldi provengano, non dove vadano a finire.

Rischia un accertamento da parte dell'Agenzia delle Entrate per evasione fiscale.

Se poi parla di prestiti ricevuti dai genitori e dal nonno coinvolge anche loro, a meno che essi non possano dimostrare i prelievi effettuati nel tempo per importi congruenti.

A lei, comunque, resterà sempre da spiegare perchè ha poi deciso di far prelevare i soldi a genitori e nonno dalla banca per nasconderli nel materasso fino all'acquisto dell'immobile ...

Se invece afferma che i soldi sono frutto di lavoro nero, allora la prescrizione è di sei anni dal momento in cui l'amministrazione tributaria verrà a conoscenza del suo acquisto (data del rogito notarile e pagamento delle relative imposte).

3 novembre 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

multa
norme antiriciclaggio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Risarcimento danni al proprietario dell'appartamento sottostante - Ma se poi questi viene indennizzato dall'assicurazione condominiale?
Chi, senza una giusta causa, si è arricchito a danno di un'altra persona è tenuto, nei limiti dell'arricchimento, a indennizzare quest'ultima della correlativa diminuzione patrimoniale. Costituiscono elementi costitutivi di tale fattispecie l'arricchimento a favore di un soggetto, l'impoverimento subito da un altro soggetto, il nesso di correlazione tra i predetti ...
Lavori di ristrutturazione del condominio » Per i danni ad un singolo appartamento chi è obbligato al risarcimento danni?
Condominio: chi paga quando i lavori sono fatti male e danneggiano un singolo appartamento. Quando i lavori condominiali creano un danno al singolo appartamento, si crea una complessa catena di responsabilità. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 20557/14. Da ciò che si evince dalla suddetta ...
Agevolazione prima casa » Non si decade dal beneficio se la famiglia cresce ed è necessario acquistare un appartamento più grande
Non si decade dal beneficio dell'agevolazione prima casa se si è costretti ad acquistare un secondo appartamento a causa dell'allargamento della famiglia. Non deve dire addio alle agevolazioni fiscali prima casa il contribuente che possiede un altro immobile abitativo nello stesso Comune che però non è idoneo a soddisfare le ...
Tracciabilità e antiriciclaggio » Disposizioni su prelievi e versamenti
Tracciabilità del denaro: è possibile effettuare prelievi e versamenti sul conto corrente bancario, anche se di importi pari o superiori a tremila euro, secondo la normativa antiriciclaggio vigente? Facciamo chiarezza all'interno dell'articolo. Una delle domande più frequenti che ci si pone e quella sulla possibilità del prelievo dal conto corrente ...
Multa non notificata correttamente? » Non va pagata
La normativa vigente specifica esattamente quali sono i termini precisi entro i quali il verbale di multa deve essere notificato al trasgressore. Qualora la notifica non fosse conforme alle disposizioni legislative, la sanzione non va onorata. Il verbale di multa, redatto senza contestazione immediata, deve essere notificata presso l'abitazione del ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca