Problemi con Equitalia - mora per ritardo nel pagamento IRPEF risalente al 1981

Ho acquistato un'appartamento nella mia citta come prima casa usufruendo delle agevolazioni fiscali, ora entro i 5 anni l'ho rivenduta senza spostare la residenza.

Ora parlando con il commecialista ho saputo che dovrei pagare la plusvalenza sul guadagno della vendita.

Per darvi qualche data, io ho acquistato l'appartamento nell'ottobre del 2004 e rivenduto nel settembre del 2006, il commercialista mi ha detto che l'agenzia dell'entrate ha tempo 5 anni per poter fare l'accertamento ne sono passati 4 di anni credo che dopo quest'ultimo anno potrei stare tranquillo vero?

C'è un'altro problema e che l'anno di vendita dell'appartamento era il 2006 ed ero innocupato e facevo parte del nucleo famigliare di mio padre.

Ora chiedendo al commercialista mi è stato detto che essendo mio padre commerciante nel 2006 ha fatto la sua normale dichiarazione dei redditi e per la legge dovrebbero passare solo 4 anni per potergli fare degli accertameti e quindi nel dicembre del 2011 e scaduto il termine vero?

La seconda domanda è questa,

Ieri è arrivata una lettera da equitalia per mia madre di un pagamento di irpef (mia madre è una badante in aspettativa di pensionamento) non pagato nel giorno di scadenza di 25 euro di mora.

Ora l'anno considerato sapete qual è il 1981 cioè quasi 31 anni fa.

Ci è stato detto che l'agenzia dell'entrate ha tempo 20 anni per richiedere i soldi è vero???

Io vorrei capire la differenza da quello che mi è stato detto dal commercialista e anche da altra gente competente per il fatto della plusvalenza e questa cartella di pagamento di mia madre di una mora di 31 anni fa!

Perchè nel caso della plusvalenza c'è massimo 5 anni per potere fare un accertamento e per una mora non pagata ci è arrivata una cartella di pagamento???

Qual'è la differenza?

Per le imposte sul reddito, gli avvisi di accertamento devono essere notificati entro il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione. Quindi, entro il 31.12.2012 devono essere notificati gli atti concernenti il periodo d'imposta 2007.

In caso di omessa dichiarazione (e parliamo dunque dell'omessa dichiarazione della plusvalenza) il termine per l'accertamento, coincide con il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione avrebbe dovuto essere presentata.

Quindi, entro il 31.12.2012 devono essere notificati, a pena di decadenza, gli accertamenti eseguiti sul periodo d'imposta 2006 per il quale non è stata presentata la dichiarazione nel 2007.

Per quanto attiene, invece, la cartella pervenuta per un ritardo nel pagamento IRPEF risalente al 1981, non saprei dirle. La cosa appare alquanto strana e sarebbe necessario un esame più approfondito della documentazione.

14 aprile 2012 · Loredana Pavolini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

dichiarazione redditi

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mancato pagamento cartelle esattoriali – cosa è l'intimazione al pagamento o avviso di mora
Gli avvisi di intimazione (o "avvisi di mora") vengono inviati dall'Agente della Riscossione dopo che sia decorso un anno dalla notifica della cartella. In mancanza, l'Agente della Riscossione non potrebbe - decorso il detto anno - attivare le procedure esecutive. L'avviso di intimazione contiene: le generalità del destinatario dell'atto; il ...
Dichiarazione redditi » Se il tuo commercialista dimentica di presentarla non devi pagare le relative more e sanzioni
Se il commercialista dimentica di presentare la dichiarazione redditi del proprio cliente, il contribuente deve pagare comunque le tasse ma non le more e le sanzioni per il ritardo. La dichiarazione redditi consegnata all'intermediario entro i termini e poi dallo stesso non trasmessa al fisco, non va considerata omessa. Rimane ...
Prescrizione dei tributi – avvisi di mora e intimazioni al pagamento
L'avviso di mora non notificato entro cinque anni dalla cartella di pagamento comporta la prescrizione del diritto al recupero dei tributi locali. Ciò è quanto emerge da una recentissima sentenza della Suprema Corte (Sent Cass numero 4283 del 23 febbraio 2010) la quale si è espressa in merito all'istituto della ...
Problemi di evasione contributiva con INPS
Avrei necessità di chiarimenti ed indicazioni su come comportarmi di fronte al problema con l'INPS che vado a descrivere. Ad Aprile del 2009 ho aperto partita Iva in qualità commerciale (Agente di Commercio) A Dicembre 2010 ho chiuso detta partita Iva Le operazioni di apertura e chiusura sono state eseguite ...
Interessi di mora (o moratori) su cartella esattoriale scaduta - stop ad anatocismo
In tema di interessi di mora (o moratori) dovuti dal debitore  su cartella esattoriale non pagata,  la legge 106/2011 (approvata il 7 luglio)  è intervenuta, con l'articolo 7 ed i  comma 2-sexies e 2-septies,  disciplinando le modalità di calcolo degli interessi di mora dovuti sulle somme indicate nella cartella di pagamento ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca