Problemi con mutuo e finanziamento

Ho 48 anni (di professione architetto) ma da 4 anni senza lavoro: nell'aprile 2009 ho preso un mutuo (60 mila euro) per comprare un piccolo appartamento ed un finanziamento per ristrutturarlo di 30 mila euro.

Le rate le ho pagate fino alla metà del 2010 (1 anno) e poi il lavoro è iniziato a mancare. A questo si è aggiunta anche la profonda depressione che mi ha impedito di affrontare tutto con chiarezza. In fondo pensavo che la casa non sarebbe andata all'asta e che io prima o poi sarei riuscita a trovare i soldi per saldare la differenza.

Ma cosi non fu. La settimana scorsa mi è arrivata una lettera dalla società che ha comprato il mio debito dalla banca. Della casa non si parla più ed il debito è salito a 75 mila euro.

Il mio reddito è ancora molto basso, tutto quello che avevo l'ho venduto per sopravvivere gli ultimi anni.

Esiste un modo di sospendere questo disastro e permettermi di riprendere il controllo della situazione?

Se la casa acquistata ha un valore commerciale superiore all'importo (capitale residuo più interessi di mora) garantito da ipoteca, sarebbe forse il caso di venderla recuperando qualcosa che le consentirebbe di pagare un affitto in attesa di tempi migliori.

In questo modo avrebbe buon gioco a gestire le pretese della società che ha acquisito il prestito personale utilizzato per la ristrutturazione dell'immobile.

21 aprile 2015 · Carla Benvenuto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?