Problemi con mutuo e finanziamento

Ho 48 anni (di professione architetto) ma da 4 anni senza lavoro: nell'aprile 2009 ho preso un mutuo (60 mila euro) per comprare un piccolo appartamento ed un finanziamento per ristrutturarlo di 30 mila euro.

Le rate le ho pagate fino alla metà del 2010 (1 anno) e poi il lavoro è iniziato a mancare. A questo si è aggiunta anche la profonda depressione che mi ha impedito di affrontare tutto con chiarezza. In fondo pensavo che la casa non sarebbe andata all'asta e che io prima o poi sarei riuscita a trovare i soldi per saldare la differenza.

Ma cosi non fu. La settimana scorsa mi è arrivata una lettera dalla società che ha comprato il mio debito dalla banca. Della casa non si parla più ed il debito è salito a 75 mila euro.

Il mio reddito è ancora molto basso, tutto quello che avevo l'ho venduto per sopravvivere gli ultimi anni.

Esiste un modo di sospendere questo disastro e permettermi di riprendere il controllo della situazione?

Se la casa acquistata ha un valore commerciale superiore all'importo (capitale residuo più interessi di mora) garantito da ipoteca, sarebbe forse il caso di venderla recuperando qualcosa che le consentirebbe di pagare un affitto in attesa di tempi migliori.

In questo modo avrebbe buon gioco a gestire le pretese della società che ha acquisito il prestito personale utilizzato per la ristrutturazione dell'immobile.

21 aprile 2015 · Carla Benvenuto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mutuo prima casa e sospensione rate » Occhio agli interessi
Dopo aver contratto un mutuo, a causa della crisi economica, molti mutuatari hanno perso il lavoro e non riescono più a estinguere il debito con le banche. Per aiutare queste persone il governo ha da tempo attivato dei Fondi di solidarietà che consentono alle famiglie di sostenere il pagamento delle ...
Dichiarazione IVA omessa o infedele - Quando non è punibile
La Corte costituzionale, con sentenza 80/14 ha dichiarato, l'illegittimità costituzionale della norma che, con riferimento ai fatti commessi sino al 17 settembre 2011, punisce l'omesso versamento dell'imposta sul valore aggiunto, dovuta in base alla relativa dichiarazione annuale, per importi non superiori, per ciascun periodo di imposta, ad Euro 103 mila. ...
Mutuo e sospensione delle rate » Scopriamo il fondo di solidarietà
Parliamo del fondo di solidarietà: le famiglie che vi accedono hanno la possibilità di sospendere il pagamento della rata del mutuo fino ad un massimo di 18 mesi. Scopriamo come. Recessione economica e crisi di liquidità non accennano ad arrestarsi, con la conseguenza che il budget a disposizione delle famiglie ...
Alternative al mutuo » L'ipotesi della nuda proprietà
Con la morsa della crisi che stringe sempre di più le famiglie del nostro, ridente, Paese, ottenere un mutuo è sempre più un ostacolo invalicabile. Inoltre, il mercato immobiliare non gode di stabilità. E' ora, quindi, di scoprire ed utilizzare valide alternative al mutuo prima casa: oggi parliamo della nuda ...
Debito solidale e coobbligati - Rinuncia del creditore alla solidarietà verso uno dei condebitori con o senza remissione
Come sappiamo, il debito è in solido quando più debitori (condebitori) sono tutti obbligati al rimborso, in modo che ciascuno può essere costretto all'adempimento per la totalità del debito (o parte di esso) e l'adempimento di uno libera gli altri. Analizziamo, adesso, le differenze fra rinuncia alla solidarietà a favore ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca