Quinquennale o decennale la prescrizione del diritto al rimborso di un prestito fra privati?

Io e il mio socio abbiamo iniziato un'attività commerciale, nella fase iniziale ci ha indirizzato sul da farsi il signor GE, avendo lui già svolto l'attività che ci apprestavamo a svolgere e ormai prossimo alla pensione.

In una seconda fase c'era la possibilità di ottenere una commessa tramite il suo intervento, però ciò richiedeva del capitale e lui aveva una posizione aperta in banca per cui non poteva ottenere prestiti, per cui, gli ho prestato a titolo tra privati la somma necessaria a chiudere la sua posizione per poter poi ottenere, con un lui, un prestito.

Il denaro gli è stato dato con un assegno a lui intestato, è stato scritto in un foglio che i soldi che riceveva costituivano un anticipo sui compensi futuri derivati dalla collaborazione: bene, anzi male, non ha fatto ciò che era stato promesso, né tanto meno successivamente ha svolto alcuna attività per noi.

Ora mi chiedo, quanti anni è la prescrizione del prestito tra privati? Come posso agire per recuperare con meno rischi possibili il mio credito?

Il signor GE attualmente dovrebbe aver iniziato a percepire la pensione.

Anche la prescrizione del diritto al rimborso di un prestito fra privati è decennale: per interromperne il decorso farebbe bene, al più presto, a chiedere formalmente al suo (presunto) debitore di restituire quanto a lui versato per le prestazioni, che lei asserisce, non rese.

Successivamente, per poter recuperare il credito, dovrà affidarsi ad un avvocato perché la scrittura privata (non autenticata) venga, innanzitutto, riconosciuta come fonte di obbligazione (certa, liquida ed esigibile) ed il debitore ingiunto ad adempiere al rimborso.

Non sarà una strada facile e breve, dal momento che la controparte, eventualmente citata in giudizio, potrà sempre argomentare che la prestazione concordata (non regolamentata e dettagliata da alcun contratto scritto, purtroppo per lei) a fronte dell'importo portato dall'assegno, è stata puntualmente ed integralmente resa.

Solo dopo una sentenza che recepisse le sue ragioni, potrà pensare a recuperare il credito dal signor GE. Insomma, la vedo piuttosto dura.

16 giugno 2017 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

prestiti tra privati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Estinzione anticipata del contratto di prestito e prescrizione del diritto al rimborso del premio assicurativo versato per il residuo periodo di copertura
Spesso le banche e le finanziarie, contestualmente alla estinzione anticipata del prestito, non provvedono a rimborsare al cliente il premio assicurativo per il residuo periodo di copertura non goduto, premio che era stato versato in unica soluzione dal cliente al momento della sottoscrizione del contratto di credito. Quando, dopo qualche ...
Contratti di prestito - il prestito senza busta paga
Come tutti ben sappiamo al momento di richiedere un prestito l'istituto di credito a cui ci si rivolge richiede, oltre ai documenti d'identità, anche delle garanzie reddituali ben precise. In particolare, per ottenere un prestito, occorre presentare le ultime buste paga, per i lavoratori dipendenti sia pubblici che privati, il ...
Il diritto al rimborso dei crediti d'imposta è soggetto a prescrizione decennale
Una volta manifestata in dichiarazione la volontà di recuperare il credito d'imposta, il diritto al rimborso, pure in difetto dell'apposita, ulteriore domanda, non può considerarsi assoggettato al termine biennale di decadenza, previsto dall'articolo 21, co. 2 del decreto legislativo numero 546/92, ma solo a quello ordinario di prescrizione decennale ex ...
Pensione - Il diritto alla neutralizzazione dei contributi previdenziali
La contribuzione acquisita nella fase successiva al perfezionamento del requisito minimo contributivo per l'accesso alla pensione di anzianità non può tradursi nel detrimento dell'importo commisurato alla prestazione pensionistica già virtualmente maturata. Infatti, nella fase successiva al perfezionamento del requisito minimo contributivo, l'ulteriore contribuzione (qualunque ne sia la natura: obbligatoria, volontaria ...
Contratti di prestito - Il prestito delega
Il prestito delega (o delegazione di pagamento), è una forma di prestito personale di cui possono usufruire i lavoratori dipendenti. Tale forma di prestito è regolata dalla legge 180 del 05.01.1950 e dal DPR 895 del 28.07.1950 e successive modifiche. Per capire di cosa si tratta possiamo partire dalla cessione ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca