Prestito personale tramite scrittura privata

Domanda di makoto44
20 giugno 2014 at 17:51

Nel 2002 mi sono fatto prestare da mio cugino 4 mila euro in contanti, firmando una carta con scritto: con la presente io, xxx, dichiaro l'impegno a restituire la somma di euro 4 mila ricevuta in data 2/4/2002 dal signor yyy, e le firme di entrambi (non è stato specificato null'altro, nemmeno la data di rimborso).

Questo mese mio cugino mi ha detto che se non gli restituivo i soldi andava per vie legali.

Attualmente purtroppo mi trovo in una situazione in cui non riesco nemmeno a pagare le cose essenziali per mantenere la mia famiglia (percepisco la disoccupazione e non so nemmeno come farò ad andare avanti una volta che non mi spetterà più (fra 8 mesi)).

Vorrei capire cosa mi potrebbe fare mio cugino dal punto di vista legale. Può pignorarmi i mobili o la disoccupazione?

Risposta di Ludmilla Karadzic
20 giugno 2014 at 19:18

Se suo cugino non le ha mai inviato, dal 2004 in poi, comunicazioni scritte con raccomandata AR in cui chiedeva la restituzione dei 4 mila euro, il credito, purtroppo per lui, è prescritto.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Altre discussioni simili nel forum - cliccare sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Quando una scrittura privata non autenticata ha data certa
Il contratto di mutuo – Scrittura privata ed atto pubblico
Dichiarazione IVA omessa o infedele - Quando non è punibile
Pignoramento indennità di disoccupazione
Atto trasmesso tramite servizio di posta privata - La notifica è nulla ed in ogni caso si perfeziona con la data di consegna del plico al destinatario

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti