Prestito con garanzia CONFIDI – Cosa accade se non potrò rimborsarlo?

Sono un commerciante autonomo titolare di un edicola per la rivendita di riviste, ad inizio 2015 per pagare un debito ereditato da mio padre defunto la banca mi ha proposto un prestito di 15000 con la confidi ad un tasso agevolato. Fino al mese scorso ho sempre pagato ma adesso non riesco più a pagare per via che con il mio lavoro (sono titolare di un chiosco di giornali) riesco a malapena a mantenere la mia famiglia. La rata è già scaduta da una settimana, ora mi chiedevo a cosa vado in contro se non pago? Chi verrà a chiedermi di onorare il prestito la banca o la confidi? Cosa faranno per riavere il prestito? Io abito a casa in affitto, non ho auto, ho un conto corrente postale in attivo di 8 euro. Possono rivalersi sul mio chiosco edicola? Per quello che ho letto credo di no perchè bene indispensabile per continuare la mia attività.

Il prestito è stato erogato dalla banca con la garanzia di CONFIDI, vale a dire di un CONsorzio FIDI, che, appunto, svolge il compito di facilitare l’accesso degli imprenditori ai finanziamenti destinati ad attività economiche e produttive.

La banca dovrà in ogni caso cercare di escutere il debitore principale (lei): in caso di inadempimento conclamato si rivolgerà a Confidi per ottenere il rimborso del prestito.

In tale evenienza, Confidi dovrà tentare di recuperare quanto pagato, come garante, alla banca.

L’articolo 515 del codice di procedura civile stabilisce che gli strumenti, gli oggetti e le attrezzature indispensabili per l’esercizio della professione, del debitore possono essere pignorati nei limiti di un quinto.

Va tuttavia aggiunto, per sua tranquillità, che l’azione esecutiva di pignoramento ha un senso per il creditore solo se il bene pignorato (ad esempio, una scaffalatura dell’edicola) possa essere facilmente rivenduta coprendo almeno le spese anticipate per la procedura.

2 Gennaio 2018 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Garanzia Confidi
Nel 2010 ho costituito una nuova società con capitale sociale interamente versato pari a 70 mila euro e la mia banca mi ha erogato un finanziamento di 330 mila euro dietro una garanzia di CONFIDI del 60%, ed io ho pagato al confidi 15 mila euro. Ad oggi ho messo in liquidazione volontaria l'azienda, e la banca mi ha comunicato che non intende escutere la garanzia confidi perché ritiene più sicure le mie garanzie personali date all'atto della stipula. 1 - ma se le ritiene più sicure perché ha voluto la presenza di un CONFIDI? 2 - io CONFIDI cosa ...

Mutuo con garanzia Eurofidi - Cosa accade se il debitore principale non paga
Abbiamo acceso un mutuo con garanzia da parte di eurofidi per l'80%. Vorrei sapere ora che non riesco più a coprire la rata: la banca chiederà a Eurofidi di pagare, quest’ultimo lo farà e poi cosa succede? Tenendo conto che e una snc? ...

Debiti inps e irpef, ma sono nullatenente
Ho debiti inerenti contributi e irpef non pagati contratti con la mia attività, sono titolare di chiosco in ferro su suolo pubblico per la vendita di riviste e quotidiani; non sono titolare di nulla, non ho macchine, case cosa mi può accedere se non riesco a pagare queste cose? Possono attaccare il chiosco? I giornali che ho non sono i miei ma sono con contratto estimatorio, pago solo il venduto., ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Prestito con garanzia CONFIDI – Cosa accade se non potrò rimborsarlo?