Prescrizione per annullamento di un atto sottoscritto da incapace

Argomenti correlati:

Atto compiuto da incapace naturale ma scoperto 7 anni dopo: essendo passati più di sette anni e andato in prescrizione. Essendoci un reato civile chi risponde?

L’azione di annullamento di un atto si prescrive in cinque anni: tuttavia, quando l’annullabilità dipende da vizio del consenso o da incapacità legale, il termine decorre dal giorno in cui è stato scoperto l’errore o il dolo. Così dispone l’articolo 1442 del codice civile.

Naturalmente, si deve dimostrare l’incapacità d’intendere o di volere al momento in cui gli atti sono stati compiuti e la malafede dell’altro contraente (articolo 428 del codice civile).

Non esiste il reato civile, ma solo l’illecito civile.

20 Dicembre 2019 · Lilla De Angelis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Iva non pagata da una srl unipersonale avente come amministratore un prestanome incapace di intendere e volere - Chi ne risponde?
Mio fratello è stato prestanome di una srl unipersonale fallita due anni fa, in cui svolgeva il ruolo di amministratore unico (prima che entrasse lui, la società aveva debiti enormi con lo stato per IVA ed altre imposte mai versate). Mio fratello non ha mai svolto niente di niente. Ha un certificato di persona con ritardo mentale grave incapace di intendere e volere. Sono passati sette anni o otto da quando ha messo questa firma, ma tuttora non gli è arrivato niente. Essendo una srl per i debiti risponde la srl, ma per iva non pagata so che risponde l'ultimo ...

Testamento redatto da persona incapace ma non interdetta
Persona incapace naturale cioè non interdetta: atto firmato da 7 anni se la persona risultava incapace è valido essendo passati 5 anni oppure è annullabile? Cioè dopo 5 anni si prescrive l'azione di annullabilità ma l'atto rimane valido dopo i 5 anni oppure no? ...

E' punibile il genitore di un figlio mentalmente incapace che, essendo maggiorenne, vive da solo senza amministratore di sostegno?
Per legge è multabile il genitore che ha un figlio, diciamo con ritardo mentale, che essendo maggiorenne lo fa vivere da solo e non gli ha messo un tutore? Cioè non ha fatto domanda al giudice per valutare se è il caso di mettergli un amministratore? E se poi costui incapace, compie un reato e vive da solo senza un tutore chi risponde civilmente se non ha niente da pignorare? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Prescrizione per annullamento di un atto sottoscritto da incapace