Verbale di multa notificato via posta: il postino relaziona la mancata consegna al destinatario con causale indirizzo sconosciuto - Quando interviene la prescrizione?

Tramite una visita al sito del mio comune ho notato che ho una multa non pagata per divieto di sosta presa nel 2013 quindi quasi 5 anni fa.

Mai notificata e allegato al verbale la cartolina postale con su scritto dal postino destinatario sconosciuto esattamente al mio indirizzo attuale.

Ovviamente nessun avviso fu lasciato. Posso sperare che vada prescritta?

L'articolo 28 della legge 689/1981 dispone che il diritto a riscuotere le somme dovute per una sanzione amministrativa (che spesso, e impropriamente, indichiamo come multa per infrazione al codice della strada) si prescrive nel termine di cinque anni dal giorno in cui è stata commessa la violazione.

Pertanto, se entro la scadenza di questi cinque anni (i quasi cinque anni non sono sufficienti per la prescrizione) non le verrà rinotificato il verbale, il diritto a riscuotere la sanzione amministrativa risulterà prescritto e il Comune non potrà più incassare.

20 marzo 2018 · Giuseppe Pennuto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Atti trasmessi via posta - Compiuta giacenza e perfezionamento della notifica per il destinatario
Com'è noto, nella notifica diretta effettuata tramite servizio postale, qualora il destinatario risulti temporaneamente assente, il postino lascia un avviso di giacenza dell'atto presso l'ufficio postale (a tale proposito, leggasi questo topic). In tale circostanza, è da confutare, a nostro parere, l'affermazione secondo la quale alcune Pubbliche Amministrazioni ritengono che ...
Notifica degli atti impositivi tributari - quando il destinatario è irreperibile temporaneamente e quando invece si è trasferito in luogo sconosciuto
Quando nel comune, nel quale deve eseguirsi la notifica degli avvisi e degli atti tributari impositivi, non vi è abitazione, ufficio o azienda del contribuente, l'avviso del deposito si affigge nell'albo pretorio del comune e la notifica, ai fini della decorrenza del termine per ricorrere, si dà per eseguita nell'ottavo ...
Illegittima la notifica diretta a mezzo posta di un avviso di accertamento fiscale recapitato al precedente indirizzo in cui il destinatario svolgeva attività professionale
A partire dal 15 maggio 1998, data di entrata in vigore dell'art. 20 della legge n. 146 del 1998 (il quale ha modificato l'art. 14 della legge n. 890 del 1982), gli uffici finanziari possono procedere alla notifica a mezzo posta ed in modo diretto degli avvisi e degli atti ...
Ai fini della prescrizione di una sanzione amministrativa la notifica della cartella esattoriale si perfeziona solo al momento in cui l'atto perviene all'indirizzo del destinatario e non con la consegna all'ufficio postale
In tema di sanzioni amministrative, la consegna, all'ufficiale giudiziario (o al servizio postale) di un atto successivo al verbale di accertamento, non è idonea ad interrompere il decorso del termine di prescrizione quinquennale del diritto alla riscossione previsto dall'articolo 28 della legge 689/1981. Infatti, il principio generale, secondo il quale, ...
Notifica della multa non valida a indirizzo rilevato dal PRA qualora il destinatario abbia cambiato residenza
Non valida la notifica della multa all'indirizzo ottenuto dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico) qualora il destinatario abbia cambiato residenza. Questa la motivazione della sentenza 18049/2011 della Corte di Cassazione. Secondo i giudici di Piazza Cavour, infatti, il terzo comma dell'articolo 201 del codice della strada - laddove prevede che le ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca