Debiti Equitalia di una sas - Quando e come scatterà una eventuale prescrizione?

Nel 2010 avevo una sas e io ero amministratore, mi arrivò una cartella Equitalia perchè dovevo pagare dei premi INAIL. Chiesi la rateizzazione e pagai solo le prime tre rate, poi a marzo 2011, ho ceduto le mie quote a mio fratello e a mia figlia (stupidamente), per cui mio fratello diventò accomandatario e mia figlia accomandante. A dicembre 2011 mia figlia cedette le sue quote a mio fratello (accomandatario) che diventò unico proprietario delle quote della sas. Mio fratello cercò invano di stabilizzare la situazione, ma non riuscì a pagare neanche una rata di Equitalia e così nel 2013 chiuse l'azienda. Siccome non so più niente di questa azienda, vorrei sapere quando scatterà la prescrizione della cartella e nel momento che Equitalia dovesse agire, contro chi scatterebbero i pignoramenti.

E' impossibile rispondere alla prima domanda dal momento che Equitalia può aver notificato alla società ulteriori atti (a lei ignoti e comunque perfezionati per compiuta giacenza nell'ufficio postale o presso l'albo pretorio comunale) interruttivi dei termini di prescrizione decennali della cartella che, comunque, decorrono dalla data di omesso pagamento della quarta rata del piano di dilazione.

La responsabilità patrimoniale dei soci nelle società in accomandita semplice è, com'è noto, regolata dall'articolo 2313 del codice civile secondo il quale i soci accomandatari rispondono solidalmente e illimitatamente per le obbligazioni sociali, e i soci accomandanti rispondono limitatamente alla quota conferita.

In ogni caso, in una società di persone, come una sas, la responsabilità personale del socio che recede dalla società permane fino a quando non avvenga la pubblicazione dell'evento nel registro delle imprese: il socio uscente, cioè colui abbia ceduto la propria quota, cessa di essere responsabile per i debiti contratti dalla società quando, successivamente al suo recesso, il suo spin-out viene pubblicato nel registro delle imprese ed è portato a conoscenza dei terzi.

C'è da aggiungere, tuttavia, che secondo i giudici della Corte di cassazione (sentenza 24322/2014) l'ex socio di una società di persone è responsabile per i debiti fiscali maturati prima del suo recesso (anche solidalmente con gli eventuali nuovi soci successivamente entrati a far parte della compagine sociale) e neppure l'intervenuta estinzione della società fa venir meno la responsabilità del socio per le obbligazioni fiscali pregresse.

24 aprile 2017 · Genny Manfredi

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale prescrizione e decadenza
responsabilità patrimoniale dei soci

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca