Prescrizione crediti INPS

RingrazianoVi anticipatmente per l’esaustiva risposta fornita al mio quesito e scusandomi, se nonostante le dettagliate informazioni sono di nuovo a disturbarVi, vorrei tornare sull’argomento ponendo una domanda per un chiarimento.Non capisco bene la frase del precedente post in cui si dice:”… che per i crediti contributivi del ’98 e ’99 sicuramente non è intervenuta prescrizione. Qualche dubbio c’è per quanto riguarda i crediti contributivi risalenti al ’95 perchè bisognerebbe sapere se è stato compiuto, dall’INPS, un atto interruttivo prima del 17 agosto 1995″. Orbene seguendo le disposizioni di legge che mi avete fornito faccio confusione nel computo dei termini di prescrizione…..Mi chiedo e vi chiedo, ma se il credito risale agli anni 98 e 99 e la lettera è stata inviata nel 2010, sulla base della legge i Termini di prescrizione per contributi successivi al 1 gennaio 1996 sono dunque di cinque anni? Desidererei ricevere maggiori delucidazioni in merito al computo dei termini di prescrizione e decadenza.Grazie

L’equivoco, presumibilmente nasce dal significato che io e lei, in modo difforme, abbiamo attribuito al termine “nota”.

Io ho inteso “nota” come comunicazione notificata. Su questa base ne è seguito il ragionamento sviluppato nell’altro post e che qui riassumo.

Se il 16 agosto 1995 (solo per fare un esempio limite) è stata notificata a suo padre (anche per compiuta giacenza) una comunicazione di messa in mora, la successiva nota del 25 maggio 2005 (nei termini di prescrizione decennali) rinnova i termini di prescrizione decennali (fino al 2015 UNICREDIT può esigere il credito anche se non notifica formalmente altro a suo padre).

Per quanto attiene i crediti riferiti al 98 e 99 parto dal presupposto che suo padre rientri in una delle gestioni pensionistiche obbligatorie. In questo caso la prescrizione è decennale e le comunicazioni dell’agosto 2005 ne interrompono ancora i termini.

Se invece, come mi auguro per suo padre, per “nota” va intesa una semplice annotazione presente nel cassetto INPS, allora il discorso è completamente diverso.

Con questo valore semantico attribuito al termine “nota” tutti i crediti risulterebbero prescritti.

Il che conferma che il “saldo stralcio” proposto da UNICREDIT è motivato esclusivamente dalla consapevolezza dell’inesigibilità del credito.

26 Maggio 2012 · Roberto Petrella

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Regime transitorio di prescrizione per crediti contributivi INPS
Ove una nuova legge stabilisca un termine di prescrizione più breve di quello fissato dalla legge anteriore, il nuovo termine si applica anche alle prescrizioni in corso, ma decorre dalla data di entrata in vigore della legge che ne ha disposto l'abbreviazione e, naturalmente, questo principio si applica solo alle prescrizioni in corso che residuano un termine maggiore di quello fissato dalla nuova legge. Ad esempio, a decorrere dal primo gennaio 1996 il termine di prescrizione per crediti contributivi INPS è passato da dieci a cinque anni. Per un credito contributivo accertato al primo gennaio 1992, la prescrizione residua al ...

La prescrizione crediti INPS
Da controlli effettuati ed ancora in corso risulterebbero a carico di mio padre,coltivatore diretto in pensione, contributi non versati all'inps. Oggi la società di cartolarizzazione del credito ci chiede di pagare il 50% ponendo fine così al debito con l'inps. Il debito/credito in questione risale a diverse annate:'95 e 99'riguardano contributi da lavoro autonomo IVS CD, 98'riguarda IVS OTD. Il controllo è stato effettuato sia alle sede provinciale inps con richiesta estratto conto, sia tramite il cassetto previdenziale del sito internet dell'inps; ebbene intanto non coincidono determinati dati, ovvero la somma vantata dall'inps per il '98 IVS OTD ...

La prescrizione dei crediti INPS
Le note di cui parlo vero è che le trovo nel cassetto fiscale, come è anche vero che in tale sito trovo le ricevute postali firmate e quindi accettate, presumo dunque che mio padre le abbia perse. ma il punto non è questo tanto il fatto che esse riguardano i crediti del 95 e del 98 (riportate nelle note di agosto 2010), pertanto credo, dalle delucidazioni fornitemi, che essi siano estinti per intervenuta prescrizione. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Prescrizione crediti INPS