Può il cointestatario del conto corrente prelevare l'intero saldo disponibile?

Ci sono problemi per il cointestatario se avessi un conto cointestato con mio figlio e lui prelevasse l'intera disponibilità derivante da un bonifico a me intestato. Sarebbe una specie di donazione indiretta? I creditori potrebbero disturbare mio figlio?

Va preliminarmente osservato che il prelievo da un conto corrente cointestato a firma disgiunta, realizzato mediante un'unica operazione, sostanzialmente azzerando le disponibilità del conto, condotta dal cointestatario che non ha mai operato su di esso, può configurare la responsabilità della banca nei confronti dell'altro cointestatario e quindi si tratta di un'operazione che potrebbe andare incontro a difficoltà di realizzazione (ABF decisione 4334/2013).

In pratica, se le somme presenti sul conto corrente a firma disgiunta sono oggetto di conferimenti effettuati esclusivamente dal solo cointestatario A e se quest'ultimo ha operato sempre in via esclusiva sul conto corrente cointestato, nel momento in cui l'altro cointestatario B svuota il conto corrente accreditando la somma prelevata su un altro rapporto a lui esclusivamente riconducibile, la banca è tenuta a coinvolgere l'altro cointestatario A.

In ogni caso, anche a fronte di prelievi continui da parte del cointestatario non debitore, al quale non potessero essere in alcun modo correlati gli accrediti in conto corrente e che conducessero all'azzeramento dell'intera disponibilità, il creditore del cointestatario debitore avrebbe qualche problema a contrastare una simile operazione, non trattandosi di esplicito atto dispositivo del cointestatario debitore.

Per ottenere la restituzione di quanto prelevato dal cointestatario non debitore, il creditore dovrebbe dimostrare la sussistenza di una donazione indiretta effettuata dal cointestatario debitore e chiedere al giudice la revoca dell'atto dispositivo: il che, anche se non impossibile, non rappresenta tuttavia un'azione giudiziale di agevole ed immediata implementazione.

12 novembre 2016 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

conto corrente cointestato
pignoramento conto corrente e libretto di deposito

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La mancanza di rapporto diretto tra donante e donatario non assume alcun rilievo preclusivo al sussistere di una donazione indiretta
La donazione indiretta si caratterizza per il fine perseguito e non già per lo strumento negoziale adottato a tal scopo, che dunque può essere costituito da qualunque contratto o da più contratti collegati. Ad esempio, la giurisprudenza ha rinvenuto una donazione indiretta nel collegamento tra contratto preliminare e definitivo di ...
Conto corrente cointestato? » Non implica che il marito abbia regalato alla moglie la metà del deposito
Il conto cointestato non implica che il marito abbia regalato alla moglie la metà dei soldi depositati. La cointestazione di un conto corrente, infatti, attribuendo agli intestatari la qualità di creditori o debitori solidali dei saldi del conto sia nei confronti dei terzi, che nei rapporti interni, fa presumere la ...
Titoli su conto corrente cointestato - Pignorabili anche se acquistati con denaro proveniente da disponibilità esclusiva del cointestatario non debitore
In caso di deposito bancario di titoli in amministrazione, cointestato ai coniugi, le parti di ciascuno si presumono eguali al 50% ciascuna, se non risulta diversamente. In tale scenario, la dimostrazione del cointestatario coniuge non debitore di avere avuto la proprietà e la disponibilità esclusiva del denaro utilizzato per l'acquisto ...
Conto corrente cointestato a firma disgiunta - Consentire lo svuotamento del conto da parte di uno dei cointestatari può costare caro alla banca
In tema di responsabilità della banca rispetto alla abusiva gestione, da parte di uno dei cointestatari a danno dell'altro, di un conto corrente cointestato a firma disgiunta, l'ABF ha attribuito rilievo, ai fini dell'obbigo di restituzione imposto alla banca delle somme prelevate, alla circostanza che il prelievo da un conto ...
Pignoramento del conto corrente cointestato - Cosa può fare il cointestatario non debitore per tutelare i propri diritti
In un conto corrente cointestato si produce la piena confusione del patrimonio dei cointestatari, senza possibilità di distinguere, da parte della banca, il patrimonio personale di ciascuno di essi, neppure per quote ideali. In presenza di un provvedimento dell'Autorità Giudiziaria, come il pignoramento del conto corrente, in seguito ad azione ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca