Pregiudiziali camerali da ipoteca SERIT

Anni fa fui vittima di un errore materiale del mio commercialista che portò a una cartella esattoriale spropositata, cui se ne aggiunsero altre piccole più o meno dovute (vecchie multe, immondizia, ICI, etc.), portando a una ipoteca su miei immobili (non prima casa) per ben 350 mila euro.

Riuscii nel tempo e con ricorsi vari ad abbattere subito il grosso, annullando anche altre cartelle (per difetti di notifica, tasse non dovute, etc.); infine ho ridotto il debito esattoriale a € 19.000 (38.000 euro di ipoteca), di cui € 8 mila ancora in giudizio di cassazione (praticamente vinto, come i precedenti due stadi di giudizio).

Orbene, mi è impossibile richiedere un prestito senza che spunti fuori (da visura camerale) addirittura l'ipoteca originaria di 350 mila euro; e anche dimostrando le successive restrizioni di ipoteca, il giudizio pendente che scenderebbe a 11.000 € il mio attuale debito esattoriale, il CRIF ormai pulito, reddito dipendente, altre proprietà non ipotecate (solo un magazzino di campagna è rimasto ipotecato), la situazione non cambia.

Questa visura camerale è richiesta sempre e comunque? Dipende dall'entità del prestito richiesto? E perché appare sempre la cifra originale? Un conto è trasalire con 350 mila euro, un altro è vederne solo 38 mila.

Stiamo probabilmente parlando di visura ipocatastale presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari: a suo tempo Equitalia SERIT trascrisse l'ipoteca (giudiziale) per 350 mila euro a garanzia del debito portato dalle cartelle esattoriali a lei intestate.

Ora lei ha tre alternative per sistemare le cose, e non solo per evitare che la pregiudiziale compaia in occasione della valutazione del merito creditizio, annullando la garanzia che potrebbe essere offerta dal suo patrimonio immobiliare libero da gravami, ma anche per poter eventualmente alienare al giusto prezzo i beni immobili posseduti.

1) aspettare che passino vent'anni dalla data di iscrizione e chiedere la cancellazione dell'ipoteca iscritta per 350 mila euro;

2) stipulare un atto notarile di consenso del creditore (Equitalia SERIT) per ottenere una dichiarazione di rinuncia all'ipoteca iscritta per 350 mila euro a seguito di riduzione del valore del debito con trascrizione di nuova ipoteca per 38 mila euro;

3) rivolgersi al giudice dell'esecuzione, con il necessario supporto di un avvocato, per chiedere un provvedimento che autorizzi la cancellazione dell'iniziale ipoteca iscritta per 350 mila euro a seguito delle vicende (le varie sentenze passate in giudicato) che hanno ridotto l'obbligazione così come quantificata dall'agente esattoriale prima del contenzioso giudiziale.

22 marzo 2016 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ipoteca
ipoteca Equitalia o ADER
ipoteca giudiziale

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Ipoteca esattoriale ed espropriazione immobiliare - limiti di importo e condizioni per procedere
In tema di iscrizione di ipoteca esattoriale ed espropriazione immobiliare, la legge numero 16/2012 (approvata il 2 marzo 2012) è intervenuta per fissare gli importi minimi dei debiti tributari per ipoteca ed espropriazione immobiliare. Iscrizione di ipoteca esattoriale L'ipoteca è una misura cautelare che garantisce il credito, attribuendo all'ente creditore ...
Ipoteca » Come sapere quando è iscritta sulla propria casa
Come fare per sapere se su un immobile di nostra proprietà, vi è iscritta un'ipoteca? E' necessario richiedere un certificato che si chiama visura ipotecaria o meglio, visura ipocatastale. Questa visura è, in parole povere, un'attività di ricerca che permette di determinare se un soggetto, una persona fisica o giuridica, ...
Equitalia » La dilazione della cartella esattoriale non cancella l'ipoteca se già iscritta
Equitalia: l'ottenimento della dilazione del debito per una o più cartelle esattoriali può impedire l'iscrizione dell'ipoteca, ma non la sua cancellazione, se essa era già preesistente. Come noto, dopo aver accettato la dilazione, Equitalia non può procedere all'iscrizione di ipoteca ed altre forme di riscossione coattiva. La possibilità di iscrivere ...
Equitalia: pignoramento immobiliare ed ipoteca sulla casa » Limiti analogie e differenze
Pignoramento immobiliare ed iscrizione di ipoteca da parte di Equitalia: quali sono i limiti? E le differenze? Scopriamolo nel prosieguo dell'articolo. Per cominciare, va detto che i due concetti sono completamente differenti: l'ipoteca è una cosa completamente diversa dal pignoramento immobiliare e l'una non comporta, ne esclude, per forza l'altro. ...
Ipoteca esattoriale per debiti inferiori ad 8 mila euro - illegittima anche se iscritta prima del 26/5/10
Con sentenza del 10 aprile 2012, numero 5771 la Cassazione a Sezioni Unite ha annullato l'iscrizione di ipoteca esattoriale dell'Agente della Riscossione in quanto relativa ad un debito inferiore ad 8 mila euro. E questo anche se si trattava di ipoteca iscritta prima del  26 maggio 2010, data di 'entrata ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca