Possono pignorarmi la mia casa per i debiti di mio marito?

Nel 2005 il mio compagno ha deciso di aprire un attività in prorio e da allora sono cominciati i guai.

Nel 2011 ci siamo sposati in separazione dei beni e io mi sono comprata casa, ovviamente intestata a me, ma costituiamo un unico stato di famiglia. i mobili sono stati pagati un po dai rispettivi genitori e un po da noi, ma le ricevute non ce le ho più perchè mai avrei immagginato una simile situazione.

Io lavoro, sono socia con mia madre di una tabaccheria, e adesso ho paura per la mia casa, per il mio lavoro, vorrei sapere come tutelarmi se posso, e tutelare i miei bambini.

Mio marito attualmente ha ancora la ditta aperta ma non va per niente bene, e i debiti si stanno accumulando sempre più. Solo ieri mi sono arrivate 24 cartelle equitalie anno 2006 al 2011 per un totale di circa 60000€, che comprende inps inail personali e dei dipendenti, iva multe ecc...
sono molto preoccupata, e non so come risolvere il problema.possono pignorarmi la casa?

Anche se paghiamo, sono loro che dettano le condizioni? 72 rate per me sono troppo poche, la cifra e molto alta. Sono davvero preoccupata per la mia casa.

Si accerti che la separazione dei beni fra lei e suo marito sia stata annotata a margine dell'atto di matrimonio.

Dopodiché il massimo che potrà capitarle sarà un pignoramento dei beni (quelli pignorabili) presenti in casa.

9 maggio 2012 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

multa

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegnazione della casa coniugale post divorzio » All'ex marito se disabile
In sede di divorzio, l'assegnazione della casa coniugale può essere concessa all'ex marito disabile, anche se non è stato indicato come coniuge affidatario della prole. Di solito, come da consoldiata giurisprudenza, in caso di separazione, l'assegnazione della casa coniugale spetta al coniuge che ha ricevuto l'affidamento dei figli. Ma sembra ...
Sinistro stradale con lesioni » Anche al marito spetta il risarcimento danni per il mancato lavoro domestico
A seguito di un sinistro stradale sussiste il risarcimento danni anche per il lavoro domestico maschile, se non può più essere svolto a causa delle lesioni riportate nell'incidente. Assicurazioni: quando devono calcolare le somme da liquidare ai mariti coinvolti in incidenti, deve essere indennizzato anche il loro mancato aiuto domestico, ...
Separazione » Revoca della casa familiare se ex moglie si trasferisce al mare con il figlio
Separazione: sì alla revoca della casa familiare in città se l'ex moglie si trasferisce al mare con il figlio. È legittima la revoca della casa familiare, in città, se la moglie si trasferisce volontariamente al mare con il figlio convivente. Infatti, la conservazione dell'appartamento principale, quale habitat domestico, deve avere ...
Equitalia » Inutile vendere casa al marito per sfuggire al debito
Disfarsi in extremis della proprieta` del bene fingendosi incapiente, non e` un rimedio valido che salva da quanto dovuto a Equitalia per non aver pagato la cartella esattoriale notificata. L'agente della riscossione, ai sensi dell'articolo 49, comma 1, del Dpr 602/1973, può mettere in pratica ogni azione cautelare e conservativa ...
Al marito obbligato non basta corrispondere l'assegno di mantenimento - deve pagare anche le rate del mutuo della casa assegnata alla moglie separata
Il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare prevede la punibilità di chiunque faccia mancare i mezzi di sussistenza ai figli minori o al coniuge, ancorché legalmente separato non per sua colpa. Tra i mezzi di sussistenza va ricompreso anche l'alloggio familiare, e quindi si rende responsabile del reato ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca