Essendo un professionista, posso non pagare il mio fornitore per vizi della cosa venduta?

Ho installato presso un mio cliente degli infissi: mi sono accorto che la merce, inviata da un mio fornitore, presenta gravi difetti, non si riesce a chiudere , vetro camera sporco all’interno. Segnalato subito il tutto tramite pec all’azienda, con richiesta urgente di uscita loro tecnico. In risposta mi hanno detto di contattare il loro rappresentante. Detto fatto, si presenta e conferma verbalmente il grosso errore da parte dell’azienda produttrice. Il mio cliente inizia a tempestare di telefonate sia il sottoscritto che la ditta produttrice, scrive cattive recensioni e non intende pagare sino a quando il problema non viene risolto. Io posso non pagare la riba in scadenza? E se si come posso contestarla?

Il compratore decade dal diritto alla garanzia, se non denunzia i vizi al venditore entro otto giorni dalla scoperta. Se il vizio è apparente il termine decorre dalla consegna; se invece è occulto decorre dalla scoperta.

Quindi la merce ricevuta va, purtroppo, pagata e va fatto valere il diritto di garanzia se era stato contrattualmente concordato il pagamento alla consegna della merce.

Potrà, in seguito, eventualmente esperire azione giudiziale di riduzione del prezzo oppure di risoluzione del contratto, chiedendo la restituzione di quanto eventualmente già ricevuto in esecuzione del contratto (anche l’anticipo).

23 Novembre 2017 · Marzia Ciunfrini

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni da blog e forum

Dove mi trovo?