Posso estinguere interamente un mutuo ipotecario senza la firma dell'altro cointestatario?

La separazione consensuale tra me ed il mio ex marito risale al 2010 la casa familiare è stata assegnata a me ed ai miei 2 figli. Ssulla casa grava un mutuo ventennale, cointestato a me ed al mio ex marito, che terminerà nell'agosto 2022; da molti anni il mio ex marito, proprietario dell'immobile al 50%, ha smesso di pagare la sua metà mensile di mutuo; io ho deciso di estinguere il mutuo residuo accedendo ad un piccolo prestito tutto a mio carico; la banca mutuataria chiede a me ed al mio ex marito di sottoscrivere entrambi la domanda di estinzione in quanto cointestatari del mutuo; il mio ex marito, che continuerà a non pagare come ha fatto finora, non vuole firmare anche se sono disposta ad accollarmi tutto l'importo residuo.

Posso portare avanti la trattativa con la "mia" banca in modo autonomo, senza essere obbligata, saldando il debito totale, ad avere anche la firma del mio ex marito?

Se il contratto di mutuo è cointestato, la richiesta di estinzione deve essere sottoscritta da entrambi i cointestatari.

Tuttavia, se lei è disponibile ad anticipare integralmente il capitale residuo e le eventuali spese di chiusura, non credo che la banca incontrerà problemi ad accontentarla.

29 luglio 2018 · Simonetta Folliero

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

mutuo cointestato
mutuo e prestiti - estinzione anticipata e penale

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mutuo cointestato separazione e accollo non liberatorio - il coniuge diventato debitore unico non può chiedere modifiche contrattuali
Il caso si riferisce ad una coppia di coniugi cointestatari di mutuo ipotecario laddove, nella sentenza di omologa della separazione consensuale si legge che ... resta a carico del marito l'onere relativo al pagamento della rata del mutuo. Il marito che, in forza dell'accordo di separazione, era divenuto "debitore unico" ...
Le nuove regole di espropriazione della casa acquistata con mutuo ipotecario per inadempimento nel pagamento delle rate
Per i mutui ipotecari stipulati a partire dal 1° luglio 2016, in caso di inadempimento al pagamento delle rate da parte del debitore e alla conseguente richiesta di restituzione del capitale residuo in un'unica soluzione (decadenza dal beneficio del termine), la banca potrà trasferire la proprietà dell'immobile sottoposto a vincolo ...
La surrogazione (o surroga) del mutuo – cambiamo banca e condizioni senza estinguere il mutuo
La surrogazione del mutuo è uno strumento per far conseguire risparmi ai mutuatari, previsto dalla Legge 40/2007 (legge Bersani). Con la surrogazione del mutuo, il mutuatario può accordarsi con una nuova banca per avere un altro mutuo senza la necessità di estinguere quello con la banca originaria, che non può ...
Mutuo cointestato » Scopriamo le problematiche
Condividere le spese di un mutuo ipotecario può avere i suoi vantaggi, ma, con un mutuo cointestato, possono sorgere diverse problematiche, soprattutto se lo stesso è pagato da un solo coniuge. Vediamo, nel prosieguo dell'articolo, come risolverle. Quando si acquista un immobile, la cointestazione del mutuo può nascere da una ...
Il cointestatario superstite a firma disgiunta non può movimentare il libretto di risparmio se gli eredi del de cuius non pagano l'imposta di successione
Com'è noto, con il contratto di deposito, la banca o Poste Italiane acquisiscono la proprietà delle somme depositate e si obbligano a restituirle al cliente alla scadenza del termine convenuto (depositi a scadenza fissa) ovvero a richiesta del depositante (depositi a vista), salva l'esigenza di rispettare un eventuale termine di ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca