Possibili effetti derivanti dalla risoluzione della donazione per mutuo consenso fra donante e donatario

Io quasi 5 anni fa ho donato casa a mia figlia e ne ho comprato un’altra usufruendo delle agevolazioni prima casa: ora dopo quasi 5 anni devo fare la revoca della donazione perché devo vendere casa donata.

L’agenzia delle entrate mi potrà chiedere la maggiore imposta di registro sulla casa comprata 5 anni fa (perchè diventerebbe seconda casa come effetto della revoca della donazione). E per l’IMU non pagata perchè sempre prima casa?

Le agevolazioni ottenute quando si acquista un’abitazione con i benefici prima casa possono essere perse e, di conseguenza, si dovranno versare le imposte risparmiate, gli interessi e una sanzione pari al 30% delle imposte che avrebbero dovuto essere versate senza fruire delle agevolazioni fiscali. Questo accade se l’abitazione è venduta o donata prima che siano trascorsi 5 anni dalla data di acquisto.

Come è noto, non devono pagare l’IMU i possessori (cioè coloro che sono proprietari, usufruttuari, o che godono di un diritto reale) della sola abitazione principale (con esclusione delle abitazioni accatastate con categoria A1, A8, A9). Per abitazione principale ai fini IMU si deve intendere quella in cui il contribuente, che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto o altro diritto reale, risiede, ritenendosi tale, salvo prova contraria, quella di residenza anagrafica.

Per quanto attiene l’IMU, dunque, lei risulterà proprietario di due case solo nei mesi intercorrenti fra la risoluzione della donazione e la successiva (eventuale) vendita, periodo per il quale pagherà l’IMU per la seconda casa.

11 Aprile 2019 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Vendere casa la cui proprietà è pervenuta in donazione - La risoluzione della donazione per mutuo consenso fra donante e donatario
Il figlio è intestatario della nostra bifamiliare a lui ceduta con Mantenimento (2013 primo appartamento) e donazione dal Fratello (2014 secondo appartamento), al solo scopo di proteggerci da banche (conseguenti due fideiussioni). Dobbiamo vendere, ed i compratori hanno chiesto annullamenti mantenimento e donazione; fratello che ha donato non vuole firmare annullamento (si è rivolto a legale, comunque al solo scopo di lucrare). Notaio dice vende tutto il figlio intestatario avvalendosi di assicurazione (a copertura di eventuale rivalsa ed a garanzia degli acquirenti). Cosa ne pensate, ovviamente si può fare, ma quale grado di rischio rimane? ...

Scioglimento donazione per mutuo consenso fra donante e donatario - Ammissibile l'azione revocatoria?
Circa 3 anni fa i miei genitori hanno acquistato una casa e hanno intestato una quota a me circa il 33% usufruendo delle agevolazioni prima casa: adesso avremmo deciso di sciogliere la donazione per mutuo dissenso per dei debiti che ho contratto col fisco. Si può fare? Oppure andava fatto prima dei debiti? Dato che di fatto non l'ho acquistata io, dovrebbe essere lecito senza paura di una azione revocatoria? ...

Risoluzione della donazione per mutuo consenso e decadenza delle agevolazioni fiscali per acquisto prima casa
Ho donato la casa di proprietà a uno dei miei figli e nello stesso giorno ne ho acquistata un'altra con le agevolazioni prima casa, ora trascorsi i 5 anni dalla donazione mio figlio vorrebbe vendere la casa ma agli acquirenti è stato rifiutato il mutuo proprio perché la casa è stata “donata”. Vorrei gentilmente sapere se rinunciando alla donazione con mutuo dissenso e tornando nuovamente proprietario dell'abitazione perderei le agevolazioni per l'acquisto della prima casa con relativo pagamento delle imposte, sanzioni e imu pur essendo trascorsi i 5 anni. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Possibili effetti derivanti dalla risoluzione della donazione per mutuo consenso fra donante e donatario