Possobili debiti verso Inps

Mio padre aveva una scuola privata definitivamente chiusa a maggio 2007. Qualche anno prima ha scoperto che il commercialista non aveva presentato dichiarazioni dei redditi e quindi non pagato nè tasse nè versato i contributi inps; ha pagato le cartelle esattoriali pervenute in seguito ai vari accertamenti nella certezza di aver saldato tutti i debiti.

Adesso viene avanzata richiesta da parte di un professore tramite lettera di avvocato che ha lavorato con mio padre per anni per quanto riguarda contributi, tfr, e quant'altro; in realtà abbiamo scoperto solo ora, che forse le cartelle non riguardavano i contributi inps, ma solo tasse e sanzioni varie.

Quali sono i termini di prescrizione per l'esigibilità da parte del professore e/o da parte dell'inps, tenendo conto che l'attività è chiusa da 5 anni? Essendo mio padre anziano (85 anni) se dovesse morire, noi eredi siamo comunque tenuti a soddisfare il credito del richiedente o dell'inps?

Al momento non risultano nè accertamenti in corso, nè richieste da parte dell'inps , nè cartelle esattoriali ma solo una richiesta di parte tramite legale

Nel caso di formale denuncia (circolare INPS 55/2000) del lavoratore dipendente o dei suoi superstiti, il termine di prescrizione è di 10 anni per la sola contribuzione da versarsi per fondo pensioni (cosiddetto IVS) a condizione che l'INPS, successivamente alla denuncia del lavoratore, emetta un atto interruttivo nei confronti del datore di lavoro inadempiente.

Se c'è omissione anche del versamento della quota a carico del dipendente, configurandosi illecito anche penale, tale atto interruttivo varrà anche quale notifica di accertamento di reato.

Dunque, converrebbe addivenire ad una soluzione stragiudiziale con il professore.

In caso di morte del datore di lavoro inadempiente, i chiamati all'eredità saranno obbligati, in caso di accettazione, a corrispondere gli importi che la legge riconosce dovuti all'INPS in favore del lavoratore dipendente.

Pertanto, per evitare di pagare i contributi all'INPS richiesti dal professore, sarà necessaria la rinuncia all'eredità lasciata dal genitore.

10 marzo 2012 · Stefano Iambrenghi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale
contributi inps
prescrizione contributi inps
prescrizione e decadenza dei debiti e dei crediti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Prescrizione per i contributi INPS dovuti e non versati
La prescrizione è un evento estintivo del diritto di versare/recuperare i contributi, legato al decorso di un periodo di tempo determinato dalla legge. Entro il termine di prescrizione i contributi non versati possono essere validamente: pagati con regolarizzazione da parte del datore di lavoro (lavoro dipendente), o del lavoratore stesso ...
Cartelle esattoriali » A partire dal primo luglio 2017 cambiano busta e mittente
Per quanto riguarda le cartelle esattoriali, a partire dal 1 luglio 2017, con la chiusura di Equitalia, non recheranno più i colori il logo e il nome dell'agente di riscossione: cambieranno dunque, busta e mittente delle cartelle. A partire dal 1 luglio 2017, cambierà il mittente delle raccomandate che conterranno ...
Pensione » Vi presentiamo la famosa busta arancione dell'Inps: ecco cosa vi dice (e non)
Nei giorni scorsi, almeno centocinquantamila contribuenti hanno ricevuto, tramite posta, una busta arancione: la stessa è stata spedita dal'Inps per informare, in maniera generale, i lavoratori sulla loro pensione futura. Ma dunque, cosa c'è dentro la famosa busta arancione dell'INPS? Si tratta di tre pagine e sono indicati: data prevista ...
Problemi di evasione contributiva con INPS
Avrei necessità di chiarimenti ed indicazioni su come comportarmi di fronte al problema con l'INPS che vado a descrivere. Ad Aprile del 2009 ho aperto partita Iva in qualità commerciale (Agente di Commercio) A Dicembre 2010 ho chiuso detta partita Iva Le operazioni di apertura e chiusura sono state eseguite ...
Pagare i debiti di cartelle esattoriali con la compensazione » Le istruzioni dell'Agenzia delle entrate-riscossione
E' possibile onorare le proprie pendenze verso l'Agenzia delle Entrate-riscossioni, per debiti indicati in cartelle esattoriali, tramite la compensazione: vediamo come. Se si hanno dei crediti verso lo Stato, è possibile decidere di utilizzarli per pagare eventuali cartelle esattoriali a proprio carico. Ciò è possibile in due modalità: Compensazione con ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca