Polizza rc auto scaduta - Cosa si rischia circolando nel periodo di tolleranza di 15 giorni?

Mi è scaduta da poca la polizza rc auto per la mia autovettura: non posso rinnovarla subito a causa di momentanei problemi economici, e sfrutterò il periodo di tolleranza di quindici giorni.

Vorrei sapere se in questo breve periodo posso comunque circolare e cosa rischio al contrario.

Circolare senza polizza rc auto non è mai una buona idea, ma a volte può succedere che ci si dimentichi di pagare la rata: soprattutto da quando il tacito rinnovo dell'assicurazione auto è stato abolito grazie al Decreto Sviluppo Bis.

Da allora, essendo venuta meno la regola del consenso assenso, alla scadenza del contratto di assicurazione, il rinnovo potrà avvenire solo dietro il consenso esplicito del titolare della polizza.

Può succedere, quindi, che l'assicurato dimentichi di pagare la rata del premio oppure che sia impossibilitato a procedere al pagamento.

Per questo motivo la legge ha previsto un periodo di tolleranza di 15 giorni durante il quale la compagnia assicuratrice è obbligata a mantenere valida la copertura assicurativa fino al pagamento della rata dovuta.

La legge a cui fare riferimento per capire come funziona la tolleranza 15 giorni assicurazione auto è il Codice Civile.

Per la precisione, l'articolo 1901 del Libro Quarto chiarisce che se alle scadenze convenute il contraente non paga i premi successivi, l'assicurazione resta sospesa dalle ore ventiquattro del quindicesimo giorno dopo quello della scadenza .

Cosa vuol dire questo?

Che se dimentichi di pagare la rata della tua polizza auto oppure sei impossibilitato, per un qualsiasi motivo, a fare il pagamento, la compagnia ti garantisce la copertura assicurativa fino alle ore 23:59 del quindicesimo giorno successivo alla data di scadenza dell'RC Auto.

In questo periodo di tolleranza di 15 giorni, l'assicurato non può essere multato e, in caso di sinistro stradale, ha diritto al risarcimento.

Esistono, però, dei limiti alla copertura assicurativa di cui si dispone durante i 15 giorni di tolleranza.

La prima cosa di cui è bene essere informati, è che il periodo di tolleranza vale anche nel caso in cui si decide di stipulare una polizza auto con un'altra compagnia.

Nel momento in cui si disdice la propria assicurazione per passare ad un'altra magari più conveniente, l'assicurato ha diritto alla copertura assicurativa fino all'attivazione della nuova polizza, ossia fino al quindicesimo giorno successivo alla scadenza del contratto.

La seconda cosa importante da sapere, è che la copertura assicurativa aggiuntiva di 15 giorni vale solo per i danni materiali e fisici subiti da persone, animali o cose in seguito a un incidente stradale.

Tutti i danni che esulano dalla responsabilità civile, ossia i danni coperti dalle garanzie accessorie come furto e incendio; infortunio del conducente; rottura dei cristalli o lesioni derivanti da eventi atmosferici, non vengono risarciti nel periodo di tolleranza.

Inoltre, la copertura assicurativa dei 15 giorni di tolleranza vale esclusivamente per i contratti di durata annuale e per il pagamento del premio successivo al primo.

Attenzione quindi, perché se hai stipulato un contratto inferiore a 1 anno oppure non hai pagato il premio iniziale, ti ritroverai ad essere multato per circolazione di veicolo senza assicurazione.

Al contrario, se hai una polizza auto di durata annuale con rateizzazione del premio allora in tal caso il periodo di tolleranza di 15 giorni si applica alla scadenza di ogni rata e non solo a quella annuale di scadenza del contratto.

Dal momento che il periodo di tolleranza dei 15 giorni è previsto dalla legge, non c'è bisogno che venga specificato e scritto nel contratto di assicurazione.

Non preoccupatevi quindi se nella polizza auto non c'è nessun riferimento al periodo di tolleranza.

L'ultima cosa molto importante da tenere in mente quando ci si dimentica di pagare il premio, è che il principio resta valido anche quando il veicolo non viene utilizzato e resta parcheggiato.

Con il termine circolazione, infatti, il Codice della Strada indica non soltanto la vettura in movimento ma anche la sosta. Questo significa che, se hai l'assicurazione scaduta e tieni la macchina parcheggiata su un suolo aperto al pubblico, il rischio è quello di venire sanzionati per circolazione di veicolo senza assicurazione.

Il consiglio, in questo caso, è quello di parcheggiare l'automobile in un posto privato su cui non possono circolare altre vetture o persone.

27 maggio 2019 · Giuseppe Pennuto

Altre discussioni simili nel forum

rc auto
tutela consumatore - assicurazione auto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca