Può essere pignorata l'indennità di maternità erogata dal datore di lavoro in base al contratto collettivo?

In riferimento a questa mia domanda mi è stato confermato da uno dei vostri esperti che la maternità e assolutamente impignorabile. Il fatto è che le voci sulla busta paga sono: maternità inps, maternità ditta, assegno famigliare. Se queste voci non sono pignorabili da quale retribuzione mi viene calcolata la quota pignorabile?.

Non è che basta appendere al collo di una giraffa un cartello con sopra scritto mucca, per farla diventare una mucca e poterle mungere il latte: la voce dal datore di lavoro classificata come maternità ditta altro non è che la retribuzione, seppur ridotta, dovuta alla lavoratrice in maternità facoltativa secondo quanto stabilito dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL), al netto della quota trattenuta per il rimborso del prestito concesso con cessione volontaria del quinto, di cui la lavoratrice ha fruito.

Per quanto concerne la maternità ditta, dunque, non si tratta di una effettiva indennità di maternità, ma di una semplice retribuzione (seppur ridotta) dovuta alla lavoratrice in maternità facoltativa (una sorta di aspettativa, se vogliamo) e come tale pignorabile nella misura del 20%. In pratica lei deve considerare tutte le voci indicate nella busta paga e sommarle, ad esclusione di quelle classificate come maternità INPS ed assegni familiari. Al risultato ottenuto deve aggiungere la trattenuta fissa per cessione del quinto (140 euro). Otterrà così l'importo pignorabile sul quale calcolare il 20% che non vedrà più fino all'integrale rimborso del credito azionato di cui è garante (a meno che non intervengano licenziamenti o dimissioni ad interrompere il rapporto di lavoro).

L'unica circostanza che potrebbe giustificare le sue lamentele ed un ricorso al giudice delle esecuzioni si verificherebbe qualora la somma fra quota pignorata e quota ceduta risultasse maggiore della metà della retribuzione percepita (maternità ditta + quota ceduta).

Per farla breve la somma fra quanto le pignoreranno e la trattenuta per cessione del quinto (140 euro) non deve superare i 362 euro.

29 marzo 2017 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

indennità di maternità
pignoramento pensione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Anche le madri disoccupate hanno diritto all'indennità di maternità
Cominciamo con il definire cosa sia il congedo di maternità: il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice durante il periodo di gravidanza e puerperio. Il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro prima del parto comprende i 2 mesi precedenti la data presunta ...
Trattamento di fine rapporto in busta paga ad aprile - il modulo per la domanda al datore di lavoro
Con lo stipendio di aprile 2015 sarà possibile ottenere il pagamento della quota maturanda del trattamento di fine rapporto come parte integrativa della retribuzione. Di questa nuova opportunità potranno beneficiare i lavoratori dipendenti del settore privato che hanno un rapporto di lavoro in essere da almeno sei mesi presso la ...
Incostituzionale la norma che limita l'erogazione dell'indennità di maternità alle madri libere professioniste che abbiano adottato un minore con meno di sei anni di età
Il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice, dipendente o alla professionista iscritta alla gestione separata, durante il periodo di gravidanza e puerperio. Durante il periodo di assenza obbligatoria dal lavoro la lavoratrice percepisce un'indennità economica, erogata dall'INPS, in sostituzione della retribuzione. Il ...
Indennità di maternità anche alle madri libere professioniste che adottano un minore con sei o più anni di età
Il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice, dipendente o alla professionista iscritta alla gestione separata, durante il periodo di gravidanza e puerperio. Durante il periodo di assenza obbligatoria dal lavoro la lavoratrice percepisce un'indennità economica, erogata dall'INPS, in sostituzione della retribuzione. Il ...
Sostegno al reddito » Come ottenere i benefici per paternità e maternità
Le disposizioni contenenti le norme che disciplinano permessi e congedi a tutela della maternità e della paternità sono contenute nel decreto legislativo 151 del 26 marzo 2001, il cosiddetto Testo Unico maternità/paternità, normalmente chiamato Testo Unico Cercheremo, nel prosieguo dell'articolo, di spiegarle in forma chiara ed esauriente. ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca