Pignoramento veicolo

Argomenti correlati:

Ho ricevuto un pignoramento dell’auto per un debito risalente al 1984, ero giovane e militare, credo di aver firmato per un corso di lingue straniere mai fatto, con scadenza decennale; sono poi arrivate delle carte prese da mia madre o da mio fratello, io ero in giro per lavoro, in pratica la somma è passata da 300 mila lire a 2.500€.

Capisco l’intento della legge 162/2014, ma come al solito colpisce a caso: io dovrei pagare un debito che è passato da 300 mila lire a 2.500€ per un corso che non mai ho fatto. Inoltre quel tipo di furbizia, fa firmare un ragazzo fuori da un locale senza possibilità di rifiutare in seguito, credo sia stata dichiarata illegale, perchè, di conseguenza non sono stati annullate i contratti ottenuti con questa porcheria.

Raccogliamo il suo sfogo, tuttavia corre l’obbligo di segnalarle che nella sua sfortunata vicenda la legge 162/2014 ha ben poche colpe, limitandosi a disciplinale, con l’introduzione dell’articolo 521 bis nel codice di procedura civile’ le modalità di pignoramento del veicolo del debitore.

Codice di procedura civile – Articolo 521 bis – Il pignoramento di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi si esegue mediante notificazione al debitore e successiva trascrizione di un atto nel quale si indicano esattamente, con gli estremi richiesti dalla legge speciale per la loro iscrizione nei pubblici registri, i beni e i diritti che si intendono sottoporre ad esecuzione, e gli si fa l’ingiunzione prevista nell’articolo 492. Il pignoramento contiene altresì l’intimazione a consegnare entro dieci giorni i beni pignorati, nonché i titoli e i documenti relativi alla proprietà e all’uso dei medesimi, all’istituto vendite giudiziarie autorizzato ad operare nel territorio del circondario nel quale è compreso il luogo in cui il debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede.

Col pignoramento il debitore è costituito custode dei beni pignorati e di tutti gli accessori comprese le pertinenze e i frutti, senza diritto a compenso.

Al momento della consegna l’istituto vendite giudiziarie assume la custodia del bene pignorato e ne dà immediata comunicazione al creditore pignorante, a mezzo posta elettronica certificata ove possibile.

Decorso il termine di cui al primo comma, gli organi di polizia che accertano la circolazione dei beni pignorati procedono al ritiro della carta di circolazione nonché, ove possibile, dei titoli e dei documenti relativi alla proprietà e all’uso dei beni pignorati e consegnano il bene pignorato all’istituto vendite giudiziarie autorizzato ad operare nel territorio del circondario nel quale è compreso il luogo in cui il bene pignorato è stato rinvenuto. Si applica il terzo comma.

Eseguita l’ultima notificazione, l’ufficiale giudiziario consegna senza ritardo al creditore l’atto di pignoramento perché proceda alla trascrizione nei pubblici registri. Entro trenta giorni dalla comunicazione di cui al terzo comma, il creditore deve depositare nella cancelleria del tribunale competente per l’esecuzione la nota di iscrizione a ruolo, con copie conformi del titolo esecutivo, del precetto, dell’atto di pignoramento e della nota di trascrizione. La conformità di tali copie è attestata dall’avvocato del creditore ai soli fini del presente articolo.

Il suo problema nasce, invece, dall’aver sottovalutato l’azione del creditore non opponendosi al decreto ingiuntivo che è stato notificato a sua madre e suo fratello.

10 Marzo 2016 · Andrea Ricciardi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento del quinto dello stipendio - Adesso separazione ed alimenti: c'è qualche modo per migliorare la situazione?
Ho una storia un po' complicata e lunga che proverò a semplificare: sono fallito nel 1990 (una snc) nel 95-96 condannato per bancarotta (non ricordo neanche il perché) chiusura del fallimento a gennaio 2014. A marzo 2014 notifica di un atto di precetto da una finanziaria che aveva acquisito crediti da una banca (mia creditrice quando avevo l'azienda). Udienza in tribunale e sono stato condannato al trattenimento del quinto (il giudice non ha concesso neanche di passare ad un decimo perché in quel tribunale hanno deciso di applicare solo il quinto). Il mio avvocato ha provato a chiedere l'esdebitazione, ma ...

Pignoramento veicolo del debitore da parte di Agenzia delle Entrate Riscossione
Il 19/03/2019, volendo vendere l'auto, il concessionario mi segnala che al PRA, sulla mia auto risulta un gravame con atto di pignoramento, data atto 18/04/2018, di euro 45 mila e 785,94 euro. Ora mi dicono che entro 10 giorni io avrei dovuto consegnare l'auto cosa che non ho fatto non essendo a conoscenza di questo gravame. Come devo procedere, trascorso oltre un anno? L'auto la sto pagando a rate e ha un valore di circa 12 mila euro. Questa forma di pignoramento ha una scadenza? Le cartelle esattoriali vanno in prescrizione? ...

Atto di pignoramento del veicolo ma la notifica è viziata - Posso vendere l'automobile?
Qualche mese fa ho perso il primo grado di una causa relativa ad una infrazione del copyright artistico, e sono stato quindi condannato al pagamento delle spese legali della controparte. Ho ricevuto un atto di pignoramento veicolo, e la conseguente notifica del suo deposito (non l'ho comunque ritirato) alla mia vecchia residenza, nella quale non sono ormai più ufficialmente residente da mesi. Sono venuto a conoscenza dell'arrivo dell'atto e della notifica per puro caso. Posso ritenere l'atto nullo o viziato, visto l'errore di indirizzo? Sono ancora in tempo per poter cambiare intestazione al mio veicolo cosi da evitare il pignoramento? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento veicolo